Seleziona una pagina


21 Dicembre 2019

Nei 50 metri, sul rettilineo al coperto, il 22enne Federici con 5.84 ritocca la migliore prestazione italiana under 23. Gli allievi Balsemin e Gatti firmano il limite di categoria.

 

Protagonisti gli sprinter nelle gare indoor di Parma, a pochi giorni da Natale, sul rettilineo del PalaLottici. Nei 50 metri il bresciano Andrea Federici corre in 5.84 che vale la migliore prestazione italiana promesse: un centesimo in meno del risultato ottenuto nella scorsa stagione, sempre nella città emiliana, da Alex Zlatan con 5.85. Quest’anno il 22enne bresciano ha sfiorato il podio con la 4×100 agli Europei under 23 di Gavle, dove la staffetta azzurra si è piazzata quarta. Al ParmaMeeting di Natale, il portacolori dell’Atletica Biotekna Marcon precede il gambiano Mustapha Manga (Cus Parma, 5.89).

Nella finale B primo posto con 5.93 di Enrico Balsemin (Atl. Vicentina), autore del tempo più veloce di sempre per un allievo italiano con cronometraggio elettrico superando il 6.08 di Bruno Bellandi datato 1981, in una lista che comprende il 5.8 manuale di Antonio Ullo nel 1980. Anche tra le under 18 arriva la migliore prestazione nazionale di categoria ad opera di Alessia Gatti (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), terza in 6.68 che eguaglia il crono realizzato da Sandra Milena Ferrari all’inizio del 2019, nel mese di gennaio. L’allieva lombarda chiude alle spalle di Laura Fattori (La Fratellanza 1874 Modena) che vince in 6.52, dopo il 6.50 della batteria, davanti a Moillet Kouakou (Atl. Vicentina, 6.65).

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
RISULTATI/Results

Condividi con

Seguici su:






Source link