Seleziona una pagina


23 Febbraio 2019

(in aggiornamento) Notizie e risultati dei Campionati Italiani Invernali. Nel day 1 in palio nove titoli. Il giavellotto giovanile alla romana delle Fiamme Gialle

 

Si assegnano 9 titoli a Lucca nella prima giornata dei Campionati Italiani Invernali di lanci, finale nazionale. Domani, domenica 24 febbraio, altrettante maglie tricolori saranno in palio al campo Moreno Martini. Il weekend è importante anche per definire la squadra azzurra della Coppa Europa di Samorin (Slovacchia, 9-10 marzo) e dell’Incontro internazionale under 23 Italia-Francia del 2 marzo ad Ancona. In gara nella città toscana tre categorie: assoluti, promesse e giovanile (juniores+allievi).

RISULTATI/ResultsORARIO/Timetable

VISCA 56,59 – Aggiunge oltre un metro e mezzo alla misura d’esordio la vicecampionessa europea juniores del giavellotto Carolina Visca (Fiamme Gialle). Al sesto ingresso in pedana trova il miglior lancio della mattinata con il 56,59 che le regala il titolo italiano giovanile e la colloca momentaneamente al terzo posto delle fresche liste mondiali ed europee dell’anno tra le under 20. Per la 18enne romana di Rocca di Papa, allenata dal babbo Alberto, è anche la terza prestazione personale con l’attrezzo da 600 grammi a poco più di un metro dal primato italiano juniores che ha ritoccato agli Assoluti di Pescara nello scorso settembre (57,93). Nella sua serie, al penultimo lancio, anche un 56,45. Sul podio insieme a Visca salgono l’azzurrina degli Europei allievi di Gyor 2018 Federica Botter (Brugnera Friulintagli) con 48,78 e Margherita Regonaschi (Atl. Virtus Castenedolo) cresciuta fino a 45,64.

OLIVIERI BIS – Secondo titolo invernale consecutivo nel martello giovanile per Giorgio Olivieri (Team Atletica Marche). E la misura non è così lontana dal primato italiano juniores di 77,21 realizzato nello scorso settembre a San Benedetto del Tronto. Stamattina il 18enne di Porto San Giorgio (Fermo) che ascolta i suggerimenti del tecnico Alfio Petrelli e del papà ex giavellottista Luigi, deve attendere fino all’ultimo turno per far atterrare l’attrezzo da 6 kg oltre i 75 metri (75,70), prestazione che per ora rafforza la leadership mondiale di categoria. La bagarre, e poteva essere prevedibile, era limitata agli altri due gradini del podio: Davide Pirolo (Atl. Mariano Comense) allunga il PB di trenta centimetri (62,91) ed è secondo davanti a Gregorio Giorgis (Atl. Lib. Città di Castello), oggi 61,05.

MARTELLO MARTINIS – Isabella Martinis fa valere la propria maggiore esperienza nella categoria. La 18enne azzurrina della Malignani Libertas, scuderia di Mario Vecchiato e studentessa al liceo artistico a Udine, dipinge la seconda miglior misura in carriera con il martello da 4 kg (55,39) e rinvia le ambizioni della capolista stagionale Rachele Mori (Atletica Livorno), tre anni più giovane, brava comunque a confermarsi sopra i cinquantacinque metri (55,19) per la seconda piazza tricolore al primo anno da allieva dopo i due titoli consecutivi da cadetta. Completa il podio la 2000 Elisa Foresta (Cus Torino) con 51,81, dieci centimetri meglio del 51,71 che vale quasi cinque metri di personale per l’allieva Emily Conte (Corpolibero Athletics Team).

(in aggiornamento)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link