Seleziona una pagina


24 Febbraio 2019

(in aggiornamento) Ai Tricolori Invernali di Lucca il trevigiano delle Fiamme Gialle diventa il secondo azzurro di sempre con la migliore misura italiana degli ultimi 20 anni

 

Grande lancio di Mauro Fraresso nella seconda giornata dei Campionati Italiani Invernali a Lucca. Il trevigiano delle Fiamme Gialle scaglia il giavellotto a 81,79 al primo turno – con gara ancora in corso – diventando il secondo azzurro di sempre alle spalle del primatista italiano Carlo Sonego, con l’attuale attrezzo. È il miglior lancio degli ultimi vent’anni per un giavellottista italiano, appunto dal record nazionale di 84,60 firmato da Sonego a Osaka l’8 maggio del 1999. Prima di oggi il 26enne Fraresso aveva un personale di 78,28 e quindi il progresso odierno, all’esordio stagionale, è di oltre tre metri e mezzo per una prestazione che al momento vale anche la leadership nelle fresche liste mondiali dell’anno. Dopo i nove titoli assegnati ieri, altrettanti in palio nella day 2. Il weekend è determinante per la composizione della squadra azzurra che parteciperà alla Coppa Europa di lanci in Slovacchia, a Samorin il 9-10 marzo, e per il team azzurro che affronterà la Francia il 2 marzo ad Ancona nel match internazionale under 23. 

RISULTATI/ResultsORARIO/Timetable

FORTUNA+FORTUNA – È il secondo titolo invernale per Diletta Fortuna nella categoria che riunisce juniores e allieve. La 17enne discobola dell’Atletica Vicentina che papà Diego ha accompagnato fino alla vittoria dell’Eyof 2017 e al quarto posto continentale lo scorso anno tra le U18, agguanta il titolo con la misura di 46,92 per incrementare lo stagionale. Alle sua spalle, sale di nuovo su un podio tricolore Ludovica Montanaro (Atl. Gran Sasso Teramo, 43,09) dopo il secondo posto ai Campionati Italiani Juniores di Ancona nel peso, mentre fa un balzo in avanti per la terza piazza Irene Rinaldi (Atl. Fabriano) cresciuta fino a 41,47.

(in aggiornamento)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link