Seleziona una pagina


16 Gennaio 2020

Nella premiazione 2019 di FIDAL Marche il ricordo di Alessio Giovannini a un anno dalla scomparsa. A febbraio quattro weekend tricolori al Palaindoor

 

Un’altra stagione a tutta atletica, ad Ancona. Nel mese di febbraio, anche per il 2020, l’impianto del capoluogo marchigiano ospiterà quattro weekend consecutivi dedicati ai campionati italiani indoor, che vivranno il clou con gli Assoluti del 22-23, ma nelle settimane precedenti andranno in scena le rassegne juniores-promesse (8-9) e allievi (15-16), per arrivare ai master (28 febbraio-1° marzo). Nel sedicesimo anno di eventi organizzati in questa struttura, saranno assegnati ben 375 titoli nazionali (il dato potrebbe oscillare di poche unità sulla base dell’attività master). Le gare nel frattempo, con i meeting dello scorso fine settimana, sono già iniziate.

A lanciare il nuovo anno tricolore è stata la festa del Comitato regionale FIDAL Marche, questo pomeriggio al Palaindoor. In apertura, a un anno esatto dalla scomparsa, il ricordo di Alessio Giovannini, punto di riferimento dell’ufficio stampa federale mancato a soli 40 anni, che ad Ancona aveva cominciato a seguire e a raccontare l’atletica. Per l’occasione, in anteprima, è stato presentato il volume “I campioni italiani giovanili” di Raul Leoni, che elenca tutti i vincitori giovanili di titoli italiani, anno per anno e in ogni categoria, dedicato proprio alla memoria di Alessio.

Sul palco sono saliti i protagonisti del 2018 e del 2019, due stagioni ricche di risultati: 34 campioni italiani, 86 podi tricolori, 60 maglie azzurre, fino ai riconoscimenti per i master (107 titoli italiani e 30 medaglie internazionali). A premiare gli atleti che hanno indossato la maglia azzurra, tra cui il martellista Giorgio Olivieri, medaglia di bronzo agli Europei under 20 di Boras, e il marciatore Michele Antonelli, che ha partecipato ai Mondiali di Doha, è stato il presidente federale Alfio Giomi: “Nella scorsa stagione i nostri giovani hanno dato una bella immagine del nostro sport. L’atletica è cresciuta negli ultimi anni, grazie all’impegno di chi lavora sul territorio: dirigenti e tecnici, che riescono a convogliare passione e competenza sul campo per formare uomini e donne, ancor prima che atleti. Un saluto speciale va ad Alessio Giovannini e a Pasquale Del Moro, che è stato vicepresidente del Comitato regionale, per tutto quello che hanno fatto per l’atletica”.

Giuseppe Scorzoso, presidente FIDAL Marche, ha sottolineato: “Sono orgoglioso di rappresentare l’atletica, che è emozione ed è la nostra vita. Lo sviluppo del movimento regionale è testimoniato dalle cifre, incrementate negli ultimi anni per superare i 6000 tesserati con 91 società. Il 2019 ha visto in tutto 173 manifestazioni, comprese le tante corse su strada, e ogni evento è reso possibile dall’impegno dei giudici di gara. E non solo per l’attività indoor, che ha una partecipazione sempre più numerosa: nello scorso inverno 15.000 atleti-gara. Il 2020 è già iniziato e siamo pronti per una nuova stagione che vedrà ancora una volta Ancona al centro del calendario nazionale, con la serie dei campionati italiani al Palaindoor, e internazionale master, con il Festival europeo in aprile”.

Tra gli altri ha ricevuto la Quercia al merito atletico di secondo grado Fabio Sturani, presidente onorario Coni Marche, che ha svolto un ruolo fondamentale nella creazione del Palaindoor di Ancona. In questa edizione la festa è stata caratterizzata anche dalle performance della cantante Alice Aste. Presenti inoltre Fabio Luna, presidente Coni Marche; Andrea Guidotti, assessore allo sport del Comune di Ancona; Giovanni Ferrari, fiduciario regionale del Gruppo Giudici Gare; Tarcisio Pacetti, delegato provinciale Comitato italiano paralimpico; Andrea Carloni, presidente Panathlon Ancona; Giancarlo Marinsalta, sponsor tecnico FIDAL Marche.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
Il sito FIDAL Marche
Elenco dei premiati

Il presidente FIDAL Alfio Giomi con gli azzurri delle Marche (foto Muti/FIDAL Marche)

Condividi con

Seguici su:






Source link