Seleziona una pagina


30 Gennaio 2020

Venerdì Stecchi nell’asta con Kendricks e Lavillenie, 60hs per Bogliolo contro l’USA Clemons, Folorunso affronta la Sprunger (400), Randazzo trova Caceres (lungo), Larissa Iapichino salta con le big Bekh e Lesueur

 

Sfide internazionali di prestigio, tante stelle e un’occasione da sfruttare al massimo per misurarsi con il resto del mondo. Nella seconda tappa del World Athletics Indoor Tour, cinque azzurri scendono in pista e in pedana a Karlsruhe, in Germania, nella serata di venerdì 31 gennaio: rinviati i Mondiali indoor di Nanchino che erano previsti a metà marzo, l’orizzonte diventa direttamente l’Olimpiade di Tokyo. È il terzo appuntamento stagionale nell’asta per Claudio Stecchi (Fiamme Gialle) dopo il 5,72 di Orléans e il 5,73 di Bordeaux, nei 60hs seconda uscita per Luminosa Bogliolo (Fiamme Oro) dopo l’8.10 d’esordio a Modena, nei 400 è l’ora del debutto per Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) al rientro dal raduno di Los Angeles, esordio stagionale anche per Filippo Randazzo (Fiamme Gialle) nel lungo e prima esperienza nell’atletica dei grandi per Larissa Iapichino (Atl. Firenze Marathon), sempre nel lungo.

STECCHI – Il campione del mondo di Doha Sam Kendricks, il primatista mondiale Renaud Lavillenie: parterre de roi per il salto con l’asta a Karlsruhe e in questo contesto non vuole restare un comprimario Claudio Stecchi che punta a continuare la scalata già iniziata nelle due gare delle scorse settimane in Francia. Il 28enne fiorentino si è arrampicato nella scorsa stagione fino a 5,80, a due centimetri dal primato al coperto del proprio coach Giuseppe Gibilisco. Tra gli iscritti, oltre a Kendricks che ha cominciato la stagione con il 5,80 di mercoledì a Cottbus, stessa misura dell’esordio di Lavillenie a Bordeaux, c’è anche il tedesco Bo Kanda Lita Baehre quarto a Doha e il più piccolo dei fratelli Lavillenie, Valentin.

BOGLIOLO – Un 8.10 a Modena e adesso un meeting internazionale per il corpo a corpo con alcune delle migliori al mondo. Luminosa Bogliolo potrebbe correre per due volte in poco più di un’ora, prima in batteria e poi in finale nei 60hs, con una platea di avversarie del calibro della statunitense vicecampionessa iridata al coperto Christina Clemons, un personal best di 7.73, e della nigeriana Tobi Amusan fresca di 7.87. Anche la concorrenza continentale è notevole, dalla tedesca argento europeo al coperto Cindy Roleder, sconfitta al fotofinish dalla 25enne savonese nello scorso agosto agli Europei a squadre di Bydgoszcz, alla plurimedagliata bielorussa Alina Talay.

FOLORUNSO – Soltanto due rivali vantano un personale indoor migliore del 52.57 corso l’anno passato da Ayomide Folorunso nei 400. E che rivali: la campionessa europea all’aperto e al coperto Lea Sprunger (Svizzera) e l’olandese Lisanne De Witte, bronzo nelle ultime due manifestazioni continentali. La 23enne azzurra, staffettista di bronzo agli Euroindoor 2019 con la 4×400, cerca le prime risposte del lavoro svolto tra Potchefstroom (Sudafrica) e Los Angeles. 

RANDAZZO – La “prima” dell’anno per Filippo Randazzo: tra gli avversari del 23enne lunghista catanese spicca lo spagnolo Eusebio Caceres, saltatore da 8,37. Randazzo ha raggiunto gli otto metri per due volte nella scorsa stagione, al meeting di Rovereto (8,07) e agli Europei a squadre di Bydgoszcz (8,00), e nelle prove indoor la propria miglior gara è l’8,05 del 2017 nell’appassionante confronto con Jacobs e Howe agli Assoluti di Ancona.

IAPICHINO – La campionessa del mondo Malaika Mihambo, come noto, ha optato per un test di velocità sui 60 metri. Il cast di avversarie di Larissa Iapichino nel lungo resta comunque di prima qualità: all’esordio in un meeting internazionale di tale portata, la 17enne fiorentina incontrerà saltatrici con primati personali superiori ai sei metri e novanta, dall’ucraina Maryna Bekh-Romanchuk (6,93), alla francese Eloyse Lesueur-Aymonin (6,92) alla svedese Khaddi Sagnia (6,92 indoor). Saltato un futuribile 6,64 nell’ultima stagione all’aperto, la campionessa europea U20 Iapichino ha un primato di 6,36 nelle prove indoor che risale a due anni fa e che rappresenta il record italiano di categoria.

LE ALTRE SFIDE – L’attesa è soprattutto per un nuovo duello tra le ucraine del salto in alto già capaci di oltrepassare i due metri nel 2020. La giovane rivelazione Yaroslava Mahuchikh argento mondiale a Doha ha aggiornato il primato mondiale U20 indoor con 2,01 e incrocia le armi con Yuliya Levchenko (2,00) a due giorni dal faccia a faccia di Cottbus vinto dalla Mahuchikh (1,98). D’interesse anche la sfida nei 1500 metri tra la keniana primatista del mondo delle siepi Beatrice Chepkoech e l’etiope Axumawit Embaye.

TV – Il meeting indoor di Karlsruhe sarà trasmesso venerdì 31 gennaio in diretta tv su Eurosport 1 dalle ore 20.15 alle 22.00 e in diretta streaming su Eurosport Player.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
ISCRITTI/Entries
PROGRAMMA/Timetable

Iapichino, Stecchi, Bogliolo, Folorunso e Randazzo (foto Colombo/FIDAL)

Condividi con

Seguici su:






Source link