Seleziona una pagina


L’azzurro si impone sul traguardo di Santa Margherita Ligure in 1h02:24, a meno di un minuto dal primato personale

 

Prova di efficienza per Said El Otmani sulle strade della Mezza Maratona delle Due Perle. Nella 15esima edizione della corsa che parte e si conclude a Santa Margherita Ligure (Genova), con giro di boa a Portofino, l’azzurro conquista il successo in solitaria nel tempo di 1h02:24. Il portacolori dell’Esercito, che ha partecipato nei 5000 ai Mondiali di Doha e poi anche agli Europei di cross di Lisbona, arriva così a quasi un minuto dal record personale sui 21,097 km stabilito nella passata stagione con 1h01:31 a Verbania. In una gara affrontata come test verso i prossimi appuntamenti, il 28enne mezzofondista si è portato al comando dopo il quinto chilometro staccando il keniano Samuel Mwangi, secondo in 1h04:16, che ha preceduto il connazionale Joash Koech (Atl. Potenza Picena, 1h08:14). Vittoria del Kenya invece tra le donne con Lenah Jerotich (Atletica 2005) senza rivali in 1h12:56, mentre completano il podio Mina El Kannoussi (Atl. Saluzzo, 1h26:41) e Valentina Galbuseri (Atl. Lambro Milano, 1h31:19). [RISULTATI/Results]

MAGENTA – Sui 10 chilometri della Stramagenta, al femminile è Silvia Oggioni ad aggiudicarsi il duello con Nicole Reina. La 24enne varesina della Pro Sesto si afferma con una volata lunga in 33:55 e tre secondi di vantaggio, dopo aver viaggiato per quasi tutta la gara insieme all’atleta del Cus Pro Patria Milano, classe ’97, al traguardo in 33:58. Terzo posto per Silvia Radaelli (Freezone, 35:56). Sfida combattuta a Magenta (Milano) anche al maschile, vinta dal piemontese Francesco Carrera (Atl. Casone Noceto, 29:43) seguito a cinque secondi dal vicecampione mondiale di corsa in montagna lunghe distanze Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana, 29:48) che precede Badr Jaafari (Varese Atletica, 30:27). [RISULTATI/Results]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link