Seleziona una pagina


17 Aprile 2020

 

A tre settimane da # RunHACK 2020, arriva anche il video-racconto della competizione digitale che il 27 e 28 marzo ha visto 20 team formati da 90 giovani innovatori lavorare per due giorni in full immersion sui temi dello sport, della tecnologia e della community. La sfida, quella di organizzare un hackathon nonostante il distanziamento sociale, è stata vinta e trasformata in opportunità: RunHACK è stato il primo hackathon totalmente online sui temi di running e tecnologia. Con un’età media di 25 anni, i partecipanti a RunHack si sono sfidati per 48 ore online, interagendo grazie alle piattaforme Cisco Webex e Remo con l’obiettivo di trasformare e rinnovare il mondo del running. Una serie di tavoli simulati, organizzati su due piani, permettevano di lavorare, collaborare e scambiarsi idee, con i mentor pronti a dare un consiglio e uno spunto al momento giusto.

#atletica A tre settimane da #RunHack 2020, ecco il video-racconto di questa incredibile esperienza. Abbiamo accettato…

Posted by Federazione Italiana di Atletica Leggera on Friday, 17 April 2020

La seconda edizione di RunHACK, organizzata da FIDAL, Runcard, Infront e tree è stata vinta da un team romano formato, curiosamente, da cinque coinquilini: Marta Cioffi, Marco De Pisapia, Valentina Perna, Gerardo Safiotti e Marina Sonni hanno immaginato un’app focalizzata sulla gamification e sulla realtà aumentata, capace di integrare servizi di geolocalizzazione con GPS e algoritmi che facilitassero la formazione di gruppi di allenamento sulla base di caratteristiche predefinite. Il tutto per creare un meccanismo competitivo che integrasse la realtà fisica e quella virtuale.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link