Seleziona una pagina


16 Marzo 2019

Celebrati a Bolzano, nelle premiazioni del Comitato, i protagonisti dello scorso anno per lanciare il 2019 con due importanti eventi: il Multistars a Lana e gli Assoluti a Bressanone

 

Con la tradizionale Festa dell’atletica altoatesina, svolta nella sala rappresentativa del Comune di Bolzano, ha preso ufficialmente il via la nuova stagione dell’atletica locale. Il presidente Bruno Cappello, dopo sei anni alla guida del Comitato FIDAL Alto Adige, ha potuto nuovamente tracciare un bilancio positivo dell’attività, premiando i protagonisti dei momenti più significativi dell’anno scorso. Cappello ha anche ricordato che nel 2019 due grandi manifestazioni di atletica saranno ospitate dal territorio: a fine aprile il meeting internazionale di prove multiple Multistars a Lana e dal 26 al 28 luglio i Campionati Italiani Assoluti a Bressanone. Alla festa hanno anche preso parte il vicepresidente vicario FIDAL, Vincenzo Parrinello, il vicepresidente del CONI locale, Marco Bolzonello, Stefan Leitner dell’Assisport Alto Adige e il presidente del Vss, Günther Andergassen. Rispetto alle passate due edizioni, quest’anno nessun atleta è stato premiato per la sua carriera. Nel 2017 e 2018 il Comitato aveva festeggiato le due stelle altoatesine Christian Obrist e Silvia Weissteiner, che si erano ritirate dall’attività agonistica.

Nell’ambito della festa sono stati premiati gli atleti che si sono messi in luce nell’ultima stagione. Il discobolo Hannes Kirchler, meranese dei Carabinieri, ha disputato a Berlino i Campionati Europei e ha vinto la medaglia di bronzo nei Giochi del Mediterraneo a Tarragona, piazzandosi secondo agli Assoluti di Pescara. Nella marcia Leonardo Dei Tos, 26enne di Vittorio Veneto tesserato per l’Athletic Club 96 Bolzano, è diventato campione italiano della 50 chilometri, con il secondo posto nei 5000 indoor. Buona anche la stagione di Nathalie Kofler. Ai Campionati Europei under 18 di Gyor, l’astista di Lana ha chiuso all’undicesimo posto, dopo aver conquistato il tricolore allieve a Rieti, mentre pochi mesi prima aveva chiuso al secondo posto nella rassegna in sala.

Da segnalare anche le ottime prestazioni delle tre giovani specialiste di corsa in montagna. Katja Pattis, di Tires, si è laureata campionessa italiana allieve della specialità, mentre Veronika Hölzl dello Sportclub Merano ha invece chiuso in terza posizione con la sua compagna di squadra Emma Garber quarta. Tutte e tre hanno poi vinto la medaglia d’oro a squadre nella WMRA Youth Cup di corsa in montagna a Lanzada. Applausi per il veterano Hermann Achmüller. Il 48enne pusterese ha preso parte ai Mondiali della 100 km a Svet Martin na Muri, in Croazia, dove si è piazzato al 27° posto, mentre con il team azzurro è stato sesto. Inoltre ha vinto la 100 km di Bienne. Insieme al Passatore, la corsa svizzera è tra le più importanti manifestazioni su questa distanza a livello mondiale. Raphael Joppi è considerato una promessa dell’atletica altoatesina. Nella passata stagione ha festeggiato a Oderzo il suo debutto in azzurro, nell’incontro internazionale under 20 di corsa su strada. Il mezzofondista di Salorno si è piazzato nella gara maschile al 21° posto, vincendo però con il team italiano la classifica a squadre.

(da comunicato FIDAL Alto Adige)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
Il sito FIDAL Alto Adige
Elenco dei premiati

Un momento delle premiazioni a Bolzano con il vicepresidente FIDAL Vincenzo Parrinello (foto FIDAL Alto Adige)

Condividi con

Seguici su:






Source link