Seleziona una pagina


02 Febbraio 2019

L’ostacolista dell’Aeronautica abbassa il PB di otto centesimi e diventa il quinto italiano alltime. Progresso anche per la Bogliolo: 8.14

 

Cresce ancora Lorenzo Perini a Mondeville (Francia) nei 60 ostacoli. Il lombardo dell’Aeronautica ottiene il secondo posto in finale con 7.66 alle spalle di Jarret Eaton (Usa, 7.58), abbassando il PB di otto centesimi rispetto al 7.74 dello scorso anno a Magglingen, e davanti al francese Aurel Manga (7.68). Con questa prestazione il tricolore all’aperto dei 110hs diventa il quinto azzurro di sempre nei 60hs a quindici centesimi dal primato italiano di Paolo Dal Molin, 7.51 agli Euroindoor di Goteborg 2013. In batteria l’ostacolista allenato a Monza da Giorgio Ripamonti aveva corso in 7.75, tempo che in questa prima parte di stagione aveva già firmato due volte ad Aosta il 13 gennaio. “Una bella gara, molto combattuta – commenta Perini – e sono davvero contento. Mi ero concentrato soprattutto sulla partenza, che è la fase fondamentale in questa specialità. Ho preso il secondo ostacolo, ma da lì ho visto che il francese Manga stava recuperando, quindi ho pensato di buttare giù la prima gamba e questo mi ha dato un grosso slancio per superarlo”. Nella finale B terzo Hassane Fofana (Fiamme Oro) in 7.83, dopo il 7.87 della batteria.

Si migliora anche la campionessa italiana dei 100hs Luminosa Bogliolo (Cus Genova): progresso di un centesimo nei 60hs fino a 8.14 e primo posto davanti all’ungherese Greta Kerekes (8.17). Il tempo della ligure di Alassio è in linea con lo standard di iscrizione per gli Europei indoor di Glasgow (1-3 marzo) e ne fa la sesta italiana di sempre nella specialità. 

(in aggiornamento)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
RISULTATI/Results

Condividi con

Seguici su:






Source link