Seleziona una pagina


03 Aprile 2019

Sabato 6 aprile, in Repubblica Ceca, l’incontro internazionale con 13 atleti italiani convocati. Al femminile Giorgi nella 20 km dopo il successo dell’anno scorso e Colombi, tra gli uomini Tontodonati e Giupponi.

 

Prima trasferta internazionale dell’anno per l’Italia della marcia. Sabato 6 aprile gli azzurri saranno impegnati nel classico incontro a Podebrady, in Repubblica Ceca, dove sfideranno le squadre di Francia, Irlanda, Lituania, Slovacchia e Ungheria, oltre ai padroni di casa. Il match di inizio primavera, come di consueto, rappresenta un momento di verifica per gli atleti più esperti e un banco di prova per i giovani, verso i prossimi appuntamenti della Coppa Europa ad Alytus (Lituania, 19 maggio) e poi dei Mondiali a Doha (Qatar, 27 settembre-6 ottobre). In programma quattro competizioni: 20 km senior e 10 km under 20, maschili e femminili, che attendono 13 italiani convocati. Al femminile la gara senior (partenza alle ore 14.45) vedrà di nuovo schierata Eleonora Giorgi, primatista nazionale della distanza con 1h26:17 nel 2015. Sulle strade della Boemia, la lombarda delle Fiamme Azzurre si ripresenta dopo essersi aggiudicata la vittoria nella scorsa edizione in 1h28:49, realizzando il primato dell’evento, per una nuova tappa di avvicinamento all’esordio sulla 50 chilometri previsto al trofeo continentale. Quest’anno nel frattempo ha già confermato il successo nella tradizionale 20 km di Lugano con 1h31:07, mentre nell’ultimo weekend ha fatto segnare un convincente 43:27 sui 10 km di Scanzorosciate (Bergamo) in cui ha preceduto Nicole Colombi, 23enne bergamasca dell’Atletica Brescia 1950 Ispa Group, seconda con 45:17. La campionessa e primatista italiana della 50 km (4h27:38 a San Giorgio di Gioiosa Marea nell’ultima domenica di gennaio) stavolta si rimette in marcia per affrontare la 20 chilometri. Nel 2018 entrambe hanno conquistato l’argento ai Mondiali a squadre di Taicang.

Quattro invece gli azzurri nella prova senior maschile, con start alle 15.30. Torna in azione il torinese Federico Tontodonati (Aeronautica), a due settimane dal terzo posto tricolore nella 20 km di Cassino con 1h23:52, per cercare nuove conferme dal punto di vista tecnico sulla scorta del buon 40:29 di domenica scorsa nella gara più breve. Ad affiancarlo ci sarà Matteo Giupponi, che sulla distanza è stato brillante ottavo alle Olimpiadi di Rio prima di un lungo periodo caratterizzato dagli infortuni, per trovare la migliore condizione. Il bergamasco dei Carabinieri, fresco di laurea magistrale in scienze motorie, è rientrato a metà marzo con 1h24:51 a Lugano. Poi due giovani specialisti del tacco e punta, finiti nell’ordine ai recenti campionati italiani under 23: il ventenne marchigiano Giacomo Brandi (Sport Atl.

Fermo), autore del personal best nella scorsa stagione proprio a Podebrady con 1h26:03, e il 21enne Ettore Grillo (Atl. Firenze Marathon), matricola in nazionale assoluta, che ha un primato di 1h28:42.

Sui 10 chilometri maschili degli under 20 (ore 13.20), arriva il momento dell’esordio in azzurro dei toscani Andrea Cosi (Atl. Firenze Marathon) e Giulio Scoli (Atl. Livorno), entrambi classe 2001, ma anche di Mikias Meli (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). Tutti e tre vivranno quindi un’importante esperienza, mentre Riccardo Orsoni e l’argento continentale allievi Aldo Andrei sono già proiettati sulla Coppa Europa, con il campione europeo under 18 Davide Finocchietti in ripresa da un fastidio fisico. Al femminile (ore 13.00) prima chiamata per la marchigiana Camilla Gatti (Atl. Fabriano) che nella gara dei Societari a Cassino si è piazzata seconda lasciandosi alle spalle il bronzo europeo under 18 Simona Bertini (Francesco Francia Bologna), l’altra debuttante altoatesina Sara Buglisi (Sportclub Merano) e Vittoria Giordani (Us Quercia Trentingrana).

Anche quest’anno a Podebrady sarà presente una selezione regionale della Lombardia che nella 10 km giovanile si affida alla tricolore juniores Andrada Lacatus (Pbm Bovisio Masciago), in attesa di cittadinanza italiana, e alla campionessa nazionale under 18 Martina Casiraghi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). Da seguire anche gli allievi Gabriele Gamba (Atl. Riccardi Milano 1946) e Daniele Breda (Sporting Club Alzano). [ISCRITTI/Entries]

CHIESA A RIO MAIOR – Nella giornata di sabato 6 aprile, oltre all’incontro di Podebrady, il calendario della marcia propone inoltre la prima tappa europea del Challenge IAAF 2019. A Rio Maior, in Portogallo, al via nella 20 chilometri Stefano Chiesa (Carabinieri). Per il 22enne piemontese, che ha un primato stagionale di 1h23:47 ottenuto a Lugano, sarà la terza gara dell’anno sulla distanza. [ISCRITTI/Entries]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link