Seleziona una pagina


28 Aprile 2019

A Rieti la “prima” dell’azzurro che il 3 maggio decollerà verso il Giappone per le World Relays di Yokohama (11-12 maggio) 

 

Debutta con 1:00:50 nei 500 metri l’azzurro Davide Re (Fiamme Gialle) che sceglie la pista di Rieti per la prima gara dell’anno a meno di due settimane dalle World Relays di Yokohama (11-12 maggio). Il 26enne piemontese resta a 23 centesimi dal tempo con cui esordì sulla stessa distanza nel 2018 (1:00.27), anche allora nell’impianto che ospita i suoi allenamenti, ma in quell’occasione era stato agevolato dal lavoro di un “pacer”. Efficace fino ai trecento metri, l’azzurro è sfavorito da una fastidiosa folata di vento nell’ultima curva. La migliore prestazione italiana rimane dunque l’1:00.08 di Donato Sabia del 1984. “Mi sarebbe piaciuto scendere sotto quel tempo – racconta Re, oro nel 2018 ai Giochi del Mediterraneo nel giro di pista, seguito da Chiara Milardi – I primi trecento metri li ho sentiti ‘giusti’, il passaggio di 34.5 era proprio quello che volevo. Poi entrando in curva ho preso una ‘sberla’ di vento e non c’è stato niente da fare (47.1 ai 400, ndr). Mi è piaciuto il fatto che sia riuscito a reagire negli ultimi cento metri nonostante la stanchezza”. Re è tra i 29 azzurri che il 3 maggio decolleranno per il Giappone in vista dei Mondiali di staffette: “Siamo un bel gruppo, tanti ragazzi che corrono forte e andremo a giocarci i Mondiali di Doha”. Secondo posto per il quattrocentista azzurro convocato lo scorso anno agli Europei di Berlino con la 4×400 Francesco Cappellin (Aeronautica) in 1:02.98.

VIDEO | I 500 METRI DI DAVIDE RE A RIETI

FALOCI SFIORA I 60 METRI – Nuova pedana per i lanci nell’impianto di Città di Castello (Perugia), inaugurata con un meeting. Il discobolo Giovanni Faloci (Fiamme Gialle), atleta di casa e campione italiano della specialità, avvicina la soglia dei 60 metri con 59,87 al quinto turno di gara, dopo aver già spedito l’attrezzo a 59,55 nel secondo tentativo. In evidenza anche il 16enne Gregorio Giorgis (Libertas Città di Castello) con 69,01 nel martello allievi, non troppo distante dal 70,43 già ottenuto a Rieti in questa stagione. Presenti alla manifestazione Nicola Vizzoni, argento olimpico del martello a Sydney, e la primatista italiana del giavellotto Claudia Coslovich.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
RISULTATI/Results

Condividi con

Seguici su:






Source link