Seleziona una pagina


10 Maggio 2019

La 22enne lanciatrice si migliora di due metri e mezzo con 64,53 nelle finali di conference ACC a Charlottesville, in Virginia. Successo nei 10.000 per Aouani.

 

Un doppio progresso negli Stati Uniti per la martellista Nadia Maffo. A Charlottesville, in Virginia, la non ancora 23enne lanciatrice arriva a 64,53 e migliora notevolmente il record personale di 62,04 realizzato più di due anni fa, nell’aprile 2017. Quasi due metri e mezzo in più al quinto ingresso in pedana, dopo essere già cresciuta con 62,85 al terzo tentativo, per fare l’ingresso nella top ten italiana assoluta di sempre, al nono posto. La friulana dell’Atletica Malignani Libertas Udine, da questa stagione in gara oltreoceano per i Florida State Seminoles, chiude quinta nei campionati dell’Atlantic Coast Conference.

“Finalmente il personale dopo due lunghi anni! Grazie a tutti coloro che non hanno mai smesso di credere in me – le sue parole – anche quando non credevo in me stessa. Solo due settimane fa volevo mollare, dopo l’ennesima gara andata male, ma oggi torno a casa con il sorriso. A tutti quelli che stanno attraversando un periodo di scoraggiamento, dico di essere pazienti che prima o poi il lavoro ripaga”.

Ad aggiudicarsi la vittoria è invece il mezzofondista Iliass Aouani, che difende i colori di Syracuse, davanti a tutti nei 10.000 metri in 29:01.13. Prima del successo nelle finali di conference, il 23enne dell’Atletica Riccardi Milano 1946 era sceso quest’anno a 28:25.36 sulla pista di Palo Alto, a fine marzo.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
RISULTATI/Results

Condividi con

Seguici su:






Source link