Seleziona una pagina


12 Maggio 2019

Terzo il quartetto femminile del miglio, quarta la mista alle World Relays. Bottino pieno dell’Italia con cinque staffette su cinque qualificate ai Mondiali di Doha.

 

Storica medaglia di bronzo per la 4×400 azzurra alle World Relays di Yokohama, in Giappone. Ai Mondiali di staffette Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Giancarla Trevisan e Raphaela Lukudo chiudono terze in finale con il tempo di 3:27.74, alle spalle della Polonia (3:27.49) e degli Stati Uniti (3:27.65), e guadagnano l’accesso ai Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre). Straordinario bottino pieno a Yokohama per gli azzurri che piazzano cinque staffette su cinque nella rassegna iridata d’autunno, anche grazie alla vittoria nella finale B della 4×400 maschile (Daniele Corsa, Michele Tricca, Edoardo Scotti, Davide Re in 3:02.87. Nella 4×400 mista, quarto posto in rimonta di Giuseppe Leonardi, Virginia Troiani, Chiara Bazzoni e Alessandro Sibilio (3:20.28), quinta invece la 4×100 con Johanelis Herrera, Gloria Hooper, Anna Bongiorni e Irene Siragusa (44.29). Non arriva al traguardo la 4×100 uomini, che non completa l’ultimo cambio tra Davide Manenti e Filippo Tortu nella staffetta lanciata da Fausto Desalu e Marcell Jacobs, quando era in linea con le prime posizioni dopo il super Day-1 degli azzurri. Nelle tre precedenti edizioni dell’evento, l’Italia aveva centrato un solo piazzamento tra i primi otto (sesta la 4×400 donne nel 2014) mentre stavolta le staffette finaliste sono quattro, per l’ottavo posto a quota 15 nella classifica a punti vinta dagli Stati Uniti (54) che fanno poker, seconda la Giamaica e terzo il Giappone, entrambe a 27.

CLICCA QUI – GUARDA LE WORLD RELAYS DI YOKOHAMA SU RAIPLAY SPORT 1 (o sulla smart tv con l’app RaiPlay)

IL PROGRAMMA (ora italiana)
12.05 4×400 uomini FINALE B – Daniele Corsa, Michele Tricca, Edoardo Scotti, Davide Re
12.21 4×400 donne FINALE – Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Giancarla Trevisan, Raphaela Lukudo
12.53 4×400 mista FINALE – Giuseppe Leonardi, Virginia Troiani, Chiara Bazzoni, Alessandro Sibilio
13.37 4×100 donne FINALE – Johanelis Herrera, Gloria Hooper, Anna Bongiorni, Irene Siragusa
13.52 4×100 uomini FINALE – Fausto Desalu, Marcell Jacobs, Davide Manenti, Filippo Tortu

RISULTATI/ResultsTV E STREAMING – LA SQUADRA ITALIANA/Italian Team – TUTTE LE NOTIZIE/NewsLE PAGINE IAAF SULLA MANIFESTAZIONE

FOTO/Photos (IAAF)

4×400 donne – Splendido bronzo della 4×400 femminile azzurra, in lotta per il vertice fino alla fine. Nella frazione di avvio è confermata Maria Benedicta Chigbolu, quarta al cambio con Ayomide Folorunso che al momento di uscire dalla corsia è quinta, ma va in caccia delle quattro che comandano la gara e diventa terza. Poi in azione le due atlete che ieri erano state impegnate nella mista: Giancarla Trevisan si difende bene, stringe i denti al quarto posto, fino a cedere il testimone con l’Italia di nuovo terza. Appassionante l’ultima frazione, con Raphaela Lukudo sempre in controllo della situazione. Nel rettilineo opposto viene superata dalla statunitense Courtney Okolo, è quarta, ma nel finale sorpassa la Giamaica. L’azzurra si butta nella mischia e combatte addirittura per la vittoria, che va alla Polonia (3:27.49) davanti agli Stati Uniti (3:27.65). Terza l’Italia in 3:27.74, con la certezza della qualificazione ai Mondiali di Doha per tutte e cinque le staffette.

4×400 uomini – Obiettivo centrato anche per la staffetta del miglio maschile. Gli azzurri vincono la finale B alle World Relays di Yokohama e conquistano l’ingresso ai Mondiali di Doha. La squadra italiana, chiamata alla prova d’appello, risponde presente con il successo in 3:02.87. Partenza dalla settima corsia, anche oggi con Daniele Corsa, poi Michele Tricca è in quarta posizione, supera la Cina e cambia al terzo posto. Tocca a Edoardo Scotti e il campione mondiale under 20 della 4×400 trova spazio nel gruppo di sei atleti. Il testimone passa a Davide Re, l’unico inserimento rispetto al quartetto della batteria dopo aver corso nella mista di ieri, che è ancora terzo e si lancia all’inseguimento dei primi due: sorpasso sulla Francia, nel rettilineo conclusivo scavalca anche il ceco Pavel Maslak e resiste al rientro del transalpino Fabrisio Saidy, secondo in 3:02.99.

4×100 donne – Si viaggia meno forte in confronto alle batterie, ma arriva un piazzamento di valore per la staffetta veloce delle azzurre, quinte in 44.29. Di nuovo in pista lo stesso quartetto, dalla seconda corsia con Johanelis Herrera, Gloria Hooper, Anna Bongiorni e Irene Siragusa, precedute da Stati Uniti (43.27), Giamaica (43.29), Germania (43.68) e Brasile (43.75).

4×100 uomini – Ci provano gli azzurri, dopo l’esaltante batteria di ieri in 38.29 con il secondo tempo italiano di sempre. La corsa si ferma però all’ultima curva, al cambio finale tra Davide Manenti e Filippo Tortu, che non va in porto. Nella frazione di avvio Fausto Desalu, scattato in sesta corsia, è il punto di riferimento per lo statunitense Michael Rodgers che parte dalla quinta e poi Marcell Jacobs tiene testa a Justin Gatlin. Vittoria per il Brasile (38.05) che beffa gli Stati Uniti (38.07), terza la Gran Bretagna (38.15).

4×400 mista – In questa gara gli azzurri sono già sicuri del pass iridato per Doha, ottenuto nelle batterie di ieri, e in rimonta si prendono un bel quarto posto in finale. Debuttano nella manifestazione Giuseppe Leonardi, quinto al cambio, e Virginia Troiani che passa il bastoncino in sesta posizione a Chiara Bazzoni, a lungo settima ma poi quinta. Con le prime tre squadre ormai distanti, la chiusura di Alessandro Sibilio vale il recupero per arrivare quarti in 3:20.28. Sul podio Stati Uniti (3:16.43), Canada (3:18.15) e Kenya (3:19.43), tutte con crono peggiori rispetto al turno eliminatorio, quello determinante per andare ai Mondiali.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link