Seleziona una pagina


12 Maggio 2019

Nel day 2 della prima prova regionale Randazzo parte da 7,73, l’allieva Iapichino avvicina il personale con 6,29. In evidenza i mezzofondisti Osama Zoghlami e Mattuzzi

 

La prima prova regionale dei Campionati di Società Assoluti va in archivio con una domenica di gare in 18 sedi regionali di tutta Italia, trampolino verso la finale che assegna gli scudetti dell’atletica il 15-16 giugno a Firenze. Dal salto in lungo e dai 5000 i migliori riscontri della giornata. Primi salti all’aperto per il vicecampione europeo under 23 Filippo Randazzo (Fiamme Gialle) che a Palermo comincia da 7,73 (-0.1) e in chiave giovanile si conferma in buona condizione l’allieva Larissa Iapichino (Atl. Firenze Marathon), oggi 6,29 con vento regolare ad Arezzo (+0.4). Nei 5000, al rientro da un mese di raduno in altura in Arizona, il tricolore del cross corto Osama Zoghlami (Cus Palermo/Aeronautica) si migliora a Palermo fino a 14:04.55. Progresso anche per Isabel Mattuzzi (Us Quercia Trentingrana Rovereto) che a Bolzano scende a 15:53.89. La pioggia, a Roma, disturba la prova della tricolore dell’asta Roberta Bruni (Studentesca Milardi Rieti/Carabinieri): gara sospesa per due ore e 4,10 finale.

CAMPANIA – Ad Agropoli (Salerno) di nuovo protagonisti i saltatori. Nel lungo la lettone Lauma Griva (Gioiatletica San Marcellino) fa 6,39 (+3.2) in una serie che comprende anche un 6,25 regolare (+1.6), al maschile 7,28 (+0.6) dello junior Alessandro Marasco (Ideatletica Aurora).

EMILIA-ROMAGNA – A Modena c’è Alex Zlatan (La Fratellanza 1874 Modena) per la vittoria dei 200 (21.61/+0.8). Il vicecampione europeo del triplo Andrea Dallavalle (Atl. Piacenza/Fiamme Gialle) comincia da 7,21 (+0.3) nel lungo sotto la pioggia.

LAZIO – Nei 5000 di Roma, fuori classifica, Giuseppe Gerratana (Aeronautica) avvicina il personale con 14:27.88, in luce anche lo junior Francesco Guerra (Rcf Roma Sud) con 14:39.88. Gara dell’asta sospesa per due ore a causa della pioggia: Roberta Bruni (Studentesca Milardi Rieti) supera 4,10 e sbaglia tre volte 4,30. Quattro metri per Maria Roberta Gherca (Atl. Velletri). Nei 200, il successo va a Thomas Manfredi (Acsi Campidoglio Palatino) in 21.83 (+0.1) e all’azzurrina Chiara Gherardi (Studentesca Milardi Rieti) con 24.16 (-0.8). Riparte la stagione nel giavellotto per la primatista italiana under 23 Sara Zabarino (Acsi Italia), oggi 49,70. È Lorenzo Veroli (Fiamme Azzurre), fuori classifica, il più veloce nei 400 ostacoli con 52.53.

LOMBARDIA (donne) – Debutto stagionale nei 400 ostacoli dell’azzurra Linda Olivieri (Fiamme Oro) con 59.33 fuori classifica a Mariano Comense (Como). Sprint nel vento per la junior Vittoria Fontana (N. Atl. Fanfulla Lodigiana) sui 200 metri in 23.82 (+4.0) e troppa brezza a favore anche nel lungo con Federica Giovanardi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) a 6,06 (+3.6). Nei lanci 50,02 per la discobola Natalina Capoferri (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) e la 21enne giavellottista Luisa Sinigaglia (Bracco Atletica) spedisce l’attrezzo a 50,45.

LOMBARDIA (uomini) – A Chiari (Brescia) sfida combattuta sugli 800 metri: vince la promessa Gabriele Aquaro (Team-A Lombardia) in 1:48.80 davanti al ventenne Leonardo Cuzzolin (Pro Sesto Atletica), 1:49.02 e un progresso di un secondo e mezzo. Poi l’azzurrino Andrea Romani (Atl. Riccardi Milano 1946), terzo in 1:49.86, e Giovanni Crotti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), classe ’99, che scende a 1:49:98. Nei 400 ostacoli 52.45 per Federico Cesati (Pro Sesto Atletica) che precede lo junior Leonardo Puca (Atl. L’Aquila), fuori classifica con 52.73, mentre l’azzurro Lorenzo Vergani (Cus Pro Patria Milano) chiude in 53.66, all’esordio stagionale e in fase di rodaggio. Fa il bis Simone Tanzilli (Atl. Riccardi Milano 1946) nello sprint, 21.42 (-0.5) sui 200, anche oggi tallonato dallo junior Mattia Donola (Pro Sesto) che firma un altro personale con 21.44. Nei 5000 prevale Mattia Padovani (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) in 14:17.38, invece il compagno di squadra e decatleta azzurro Simone Cairoli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) si aggiudica l’alto con 2,00 prima di correre una frazione della 4×400. Le gare rinviate ieri (1500, 3000 siepi e 4×100) saranno recuperate il 15 maggio a Chiari in una riunione già prevista dal calendario.

MARCHE – A Macerata la 23enne Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) corre in 2:05.14 sugli 800 metri. Nel peso 18,15 di Lorenzo Del Gatto (Tam/Carabinieri), a due centimetri dal personale all’aperto, mentre il campione italiano juniores Giorgio Olivieri (Team Atl. Marche) con 65,25 sfiora il suo limite con il martello assoluto.

PIEMONTE-VALLE D’AOSTA – Quando mancano sette giorni alla Coppa Europa di marcia di Alytus, ultimo test a Torino per Federico Tontodonati (Cus Torino/Aeronautica) nei 10.000 su pista, conclusi in 41:51.73. Vittorie nei 200 metri per Martina Amidei (Cus Torino) con 24.67 (+1.4) e per l’under 20 Joseph Twumasi (Vittorio Alfieri Asti) in 21.89 (-1.4). Oltre i sei metri nel lungo la junior Veronica Crida (Unione Giovane Biella), 6,04 (-1.3). Giro di pista con ostacoli in 52.64 per Jean Marie Robbin (Atl. Sandro Calvesi).

PUGLIA-BASILICATA – A Matera il 23enne pesista Vincenzo D’Agostino (Futurathletic Team Apulia) con 17,57 piazza un’altra spallata nei dintorni del personale. Per l’azzurrino Carmelo Musci (Atl. Aden Exprivia Molfetta) il miglior lancio di oggi è un 16,14.

SARDEGNA – A Selargius (Cagliari) il lunghista Antonmarco Musso (Atl. Oristano) apre il suo 2019 con 7,64 spinto da un vento a +6.1 ma poi salta anche 7,61 con l’anemometro entro la norma (+1.0). Nel giavellotto 51,48 di Zahra Bani (Cus Cagliari/Fiamme Azzurre) e nell’alto il tricolore juniores in sala Massimiliano Luiu (Libertas Atl. Sassari) supera 2,00.

SICILIA – Esordio all’aperto per Filippo Randazzo (Fiamme Gialle) a Palermo nel lungo dopo il personal best di ieri nei 100 metri (10.52). L’azzurro, argento europeo under 23 e campione italiano in carica, inaugura la stagione con un balzo da 7,73 (-0.1). Nella sua serie anche un 7,72 con vento regolare (-1.0). Debutto su pista del mezzofondista Osama Zoghlami (Cus Palermo/Aeronautica) che al rientro dal raduno negli Stati Uniti si migliora nei 5000 con 14:04.55. Nei 200 ancora segnali positivi dall’allievo Matteo Melluzzo (Milone Siracusa), un centesimo di personale: 21.87 controvento (-1.6).

TOSCANA – Ancora Larissa Iapichino (Atl. Firenze Marathon). Il 6,29 (+0.4) di oggi nel lungo ad Arezzo non è lontano dal PB di 6,38 della scorsa stagione per la 16enne azzurrina, che poi firma anche un 6,13 (-0.1) prima di abbandonare la gara per via del maltempo. Sempre lungo: 7,58 (+0.1) del compagno di squadra Angelo Marvulli. Nella marcia Gianluca Picchiottino (Libertas Runners Livorno/Fiamme Gialle) copre i 10.000 su pista in 41:08.91. Il disco di Stefania Strumillo (Atletica 2005) plana fino a 53,59. 

TRENTINO-ALTO ADIGE – Sulla pista di Bolzano, la siepista azzurra Isabel Mattuzzi (Us Quercia Trentingrana Rovereto) si mette alla prova nei 5000 metri e aggiorna il record personale in 15:53.89, quindici secondi in meno rispetto al suo precedente primato. Nel lungo vinto con 7,54 (+1.7) dal siciliano Antonino Trio (Athletic Club 96 Alperia), lo junior compagno di club Alberto Masera è spinto a 7,48 da un generoso vento (+4.1) e in contemporanea gareggia nell’alto, anche qui secondo con 2,03 mentre il coetaneo Stefano Ramus (Atl. Valli di Non e Sole), tricolore under 20 in sala, si migliora superando 2,14. Anemometro oltre il limite anche nei 200 metri del 18enne Lorenzo Paissan (Lagarina Crus Team) che sfreccia in 21.16 (+2.9). Nel giavellotto femminile 53,13 per la lettone Laine Donane (Gs Valsugana Trentino), nel martello Michele Ongarato (Athletic Club Alperia) a 64,81.

UMBRIA – Nella seconda giornata di Orvieto (Terni), tra gli altri risultati 61,84 di Mario Baldoni (Atl. Libertas Orvieto) sulla pedana del martello e al femminile Gloria Guerrini (Atl. Arcs Cus Perugia) corre gli 800 metri in 2:11.99.

VENETO – A San Biagio di Callalta (Treviso), prima gara dell’anno sui 400 ostacoli per Rebecca Sartori (Ga Bassano/Fiamme Oro) in 59.56. Nel lungo 6,08 (+0.4) di Carol Zangobbo (Assindustria Sport Padova) all’ultimo turno per battere il 5,98 (+1.6) di Ottavia Cestonaro (Atl. Vicentina/Carabinieri) che inizia così la stagione outdoor. La 22enne Rebecca Lonedo (Atl. Vicentina) comanda la gara dei 5000 con 16:52.21, l’azzurra Yusneysi Santiusti (Assindustria Sport Padova) vince gli 800 in 2:10.84. Nei 200 metri si impone Pietro Pivotto (Atl. Biotekna Marcon) con 21.33 (+1.0) davanti a Michele Rancan (Atl. Vicentina) che in 21.46 torna ad avvicinare il personale realizzato nel 2015, mentre al femminile 24.44 ventoso (+2.8) di Alice Murari (Fondazione Bentegodi Verona). Annullata la gara di asta femminile, da recuperare in data da stabilire.

Cassai-Orlandi (hanno collaborato Leonardo Bordoni, Carlo Carotenuto, Mauro Ferraro, Matteo Porro, Cesare Rizzi, Stefano Ruggeri)

CdS Assoluti 2019 – le sedi della prima prova regionale (11-12 maggio)
Abruzzo, Molise: Sulmona (AQ); Alto Adige, Trentino: Bolzano; Calabria: Siderno (RC); Campania: Agropoli (SA); Emilia-Romagna: Modena; Friuli-Venezia Giulia: Pordenone; Lazio: Roma; Liguria: La Spezia; Lombardia (uomini): Chiari (BS); Lombardia (donne): Mariano Comense (CO); Marche: Macerata; Piemonte, Valle d’Aosta: Torino; Puglia, Basilicata: Matera; Sardegna: Selargius (CA); Sicilia: Palermo; Toscana: Arezzo; Umbria: Orvieto (TR); Veneto: San Biagio di Callalta (TV)

Società ammesse alle Finali del C.d.S. Assoluto su Pista 2019 (previo punteggio di conferma)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link