Seleziona una pagina


14 Maggio 2019

Presentata la 39esima edizione con lo sprinter azzurro: “Correre a Roma mi esalta, voglio confrontarmi con i migliori al mondo nei 200”. Il presidente FIDAL Giomi: “Cast oltre ogni immaginazione” 

 

Uno stadio Olimpico da accendere per una notte magica. La 39esima edizione del Golden Gala Pietro Mennea del 6 giugno, quarta tappa della IAAF Diamond League, è stata presentata stamattina a Roma, nel Salone d’Onore del CONI, alla presenza del presidente del CONI Giovanni Malagò, del presidente della FIDAL Alfio Giomi e del primatista italiano dei 100 metri Filippo Tortu, che nella serata romana sarà tra i protagonisti di un 200 metri stellare di cui è stato annunciato il cast completo: oltre a Noah Lyles e Michael Norman, al via anche il campione del mondo ed europeo Ramil Guliyev, il bronzo mondiale Jereem Richards, il vincitore del 2014 Alonso Edward e il secondo azzurro di sempre sulla distanza Fausto Desalu.

CLICCA QUI – IL CAST DEL GOLDEN GALA PIETRO MENNEA

TORTU: “OBIETTIVO PRIMATO PERSONALE” – “Per fortuna ci sono molti dei migliori e sarà bello sfidarli – le parole di Filippo Tortu, che poi ha fatto visita agli Internazionali di tennis del Foro Italico -. Non vedo l’ora di capire come posso esprimermi e quanto posso arrivare vicino. Lyles è il più forte atleta al mondo, Norman è strepitoso, Guliyev è l’oro mondiale. Io e Fausto dovremo correre veloci in un Olimpico che sicuramente sarà scatenato. Ho vissuto il calore e il boato del pubblico quando sono andato sui blocchi negli ultimi due anni. Lo vorrei stracolmo e carico anche stavolta. Questo stadio fantastico mi ha sempre esaltato”.

Di rientro dalle World Relays di Yokohama, con in tasca il pass per i Mondiali di Doha con la staffetta 4×100 e il secondo tempo azzurro di sempre, il 20enne brianzolo delle Fiamme Gialle si prepara alla volata dell’Olimpico dove due stagioni fa ha corso in 20.34: “L’obiettivo minimo è il primato personale – spiega Tortu, mentre sullo schermo scorrono le immagini delle sue precedenti avventure all’Olimpico -. Ho tanta voglia di correre i 200 anche per capire se posso farli alla rassegna iridata di Doha. Roma, quindi, sarà una gara fondamentale per quest’anno, ma anche per il prossimo, quello di Tokyo”. Prima, per Tortu, è in programma l’impegno del 24 maggio a Rieti nei 100 metri, sulla scia della splendida esperienza azzurra di Yokohama: “Un 38.29 con la 4×100 è un risultato storico, in una delle gare più belle della mia carriera. Di questa trasferta voglio sottolineare lo spirito di squadra, mai acceso come stavolta. È stata l’arma in più”. 

GIOMI: “134 MEDAGLIE MONDIALI E OLIMPICHE” – Il presidente della FIDAL Alfio Giomi, dopo aver ricordato la penna storica dell’atletica Roberto Luigi Quercetani scomparso ieri a 97 anni (“Un grande italiano”), e aver sottolineato la grandezza dei risultati azzurri alle World Relays in Giappone, ha illustrato i temi chiave di un Golden Gala che si annuncia spettacolare: “Ancora una volta è straordinario, scintillante. Devo ringraziare il meeting director Gigi D’Onofrio che ogni volta, con risorse economiche non infinite, costruisce uno spettacolo di altissimo livello. Riesce sempre a mettere insieme un cast che va al di là della nostra immaginazione e delle nostre speranze. Nelle gare con i principali italiani abbiamo il meglio del mondo. E in tutto 134 medaglie olimpiche e mondiali: è un dato pesantissimo.

Filippo contro Lyles: ricordo bene la loro sfida ai Mondiali juniores di Bydgoszcz nel 2016, e il nostro secondo posto, con un po’ di delusione. Tamberi? Doveva partire per l’Oriente, ma sabato ha preso una botta al piede e da grande professionista qual è ha rinunciato ad andare. Stiamo preparando un’animazione speciale in tribuna e in curva perché lo stadio sia ancora più partecipe”.

MALAGÒ: “IN TRIBUNA IL PRESIDENTE MATTARELLA” – Dal presidente del CONI Giovanni Malagò è arrivato il plauso per i successi azzurri di Yokohama: “La staffetta è il termometro di un Paese, fa capire quanto si stia lavorando bene – le sue parole -. Lo scorso weekend ha dato energia a tutto il movimento e ora ci godiamo il Golden Gala nel luogo più bello del mondo e nello stadio più bello. È confermata in tribuna la presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella”. Un saluto anche dal presidente della commissione Sport del Comune di Roma Angelo Diario e dal rappresentante dell’ufficio di presidenza della Regione Lazio Roberto Tavani. Chiusura affidata al meeting director Luigi D’Onofrio: “Non è escluso che si possa migliorare ancora il cast, dopo la tappa di Shanghai potrebbero spuntare altre cose interessanti”.

SEGUI IL GOLDEN GALA PIETRO MENNEA SU Facebook – Instagram @goldengala_roma – Twitter @goldengala_roma

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

VIDEO | LA CONFERENZA STAMPA DEL GOLDEN GALA PIETRO MENNEA

File allegati:
ENTRY LISTS

Condividi con

Seguici su:






Source link