Seleziona una pagina


19 Maggio 2019

(in aggiornamento) Risultati e notizie dalla Coppa Europa di Alytus, in Lituania. L’azzurra vince con il primato continentale (4h04:50 al debutto), trionfo italiano nella 10 km under 20 con Orsoni e la squadra. DIRETTA STREAMING

 

(in aggiornamento) La prima gioia azzurra della Coppa Europa di marcia arriva da Riccardo Orsoni, vincitore nella 10 km under 20. Un successo che trascina la squadra maschile all’oro per team, grazie anche al sesto posto di Aldo Andrei e alla decima piazza di Gabriele Gamba. Quattro azzurri e quattro azzurre in gara nella 50 km di marcia in Coppa Europa, ad Alytus (Lituania). È la prima uscita sulla distanza per la primatista nazionale della 20 km Eleonora Giorgi, che guida il gruppo delle italiane composto anche da Mariavittoria Becchetti, Federica Curiazzi e Beatrice Foresti. Al maschile, settima presenza in Coppa Europa per Marco De Luca. In azione anche il terzo classificato della scorsa edizione di Podebrady Michele Antonelli, Andrea Agrusti e Gregorio Angelini.

RISULTATI/ResultsORARIO/Timetable – DIRETTA VIDEO STREAMINGLA SQUADRA ITALIANATUTTE LE NOTIZIE/NewsLE PAGINE EA SULLA MANIFESTAZIONEIL SITO DELL’EVENTO

IL RACCONTO DELLA 50 KM

KM 40 – 3h15:32 il passaggio di Eleonora Giorgi, sempre al comando. La più pericolosa è diventata la spagnola Julia Takacs, 3h18:05.

KM 30 – Tranquilla, sicura, efficace. Una marcia pulita fin qui per Eleonora Giorgi che sta dominando la 50 km, con le avversarie staccatissime: 2h00:37 il tempo a metà gara, 2h25:20 al trentesimo chilometro, per una proiezione finale di non molto superiore alle quattro ore. Prudenza, ovviamente. La “vera” gara non è ancora iniziata e i 23° di temperatura non giocano a favore. Intanto il vantaggio sul duo di inseguitrici è di oltre quattro minuti: la portoghese Henriques è stata raggiunta dalla spagnola Julia Takacs, 2h29:38 per entrambe.

La fatica inizia a farsi sentire per Marco De Luca che perde il feeling con le posizioni di testa ed è nono al passaggio ai 30 km (2h18:32). Non troppo distanti Michele Antonelli (2h18:48, decimo, un avvertimento) e Andrea Agrusti (2h19:06, dodicesimo). Lì davanti l’assolo di Diniz prosegue portentoso: 1h49:54 a metà gara, 2h11:53 al trentesimo giro. 

KM 20 – Oltre tre minuti di vantaggio sulla diretta avversaria per il titolo. Eleonora Giorgi continua a fare sul serio nella prima 50 km della carriera e quando il contagiri segna “20” l’azzurra veleggia in testa in solitaria, in piena sicurezza e con ritmo regolare (1h36:26). La portoghese Henriques, un vero “mito” della specialità, è costretta a inseguire (1h39:51). Undicesima piazza momentanea per Becchetti (1h47:06) e il duo Curiazzi-Foresti è poco oltre la ventesima posizione (1h51:52 e 1h51:53).

Il duo è diventato un trio. All’azzurro Marco De Luca (1h32:00) e allo svedese Ibanez si aggiunge il bulgaro Dziubin. È decimo Michele Antonelli (1h32:51), rientrato nel gruppo che comprende anche Andrea Agrusti (1h32:52). Fa il possibile Gregorio Angelini, al momento 36esimo dopo 1h35:48. Davanti a tutti marcia sempre Yohann Diniz (1h28:40).

KM 10 – Giornata piuttosto calda e soleggiata, circa 20 grandi allo start destinati ad aumentare. La partenza è sprint per Eleonora Giorgi: è il piano che aveva studiato alla vigilia. Al decimo chilometro la 29enne lombarda allenata da Gianni Perricelli è in testa con 48:18 e un primo passaggio con ritmo super ai 5 km da 24:01 (4.48 al chilometro nei primi cinque giri). Decisamente più cauta la portoghese campionessa del mondo ed europea, già primatista mondiale Ines Henriques (50:06) con un ritardo che si avvicina ai due minuti. Le altre azzurre, consapevoli della missione principale di portare punti nelle tasche della squadra, procedono nelle posizioni di rincalzo: Mariavittoria Becchetti 53:28 (undicesima), Federica Curiazzi e Beatrice Foresti – compagne d’allenamento – procedono anche qui a braccetto con un passaggio da 56:07, ma sulle spalle di Foresti pesano già due proposte di squalifica.

Al maschile pronti, via, e il primatista del mondo Yohann Diniz scappa: tutto come previsto dal canovaccio della gara, ma con un cartellino rosso che grava sul francese (44:22 ai 10 km). Il capitano azzurro Marco De Luca è intraprendente (23.18 al km 5) e delinea un tandem di inseguitori insieme allo svedese Ibanez con cui procede in coppia: al decimo giro è secondo con 50:48. Nel gruppone più folto resta invece Andrea Agrusti (46:45), con Michele Antonelli che invece perde qualche metro negli ultimi due giri (46:57). Più indietro il debuttante in Nazionale assoluta Gregorio Angelini (48:00).

UNDER 20 – Nella 10 km al femminile non è la giornata dell’anno per Sara Buglisi (Sportclub Merano) 13esima in 50:33, Simona Bertini (Francesco Francia Bologna) 21esima in 51:11 e Camilla Gatti (Atl. Fabriano) 25esima in 52:36, tutte con tempi superiori alla precedente esperienza azzurra di Podebrady in aprile. È doppietta turca: primo e secondo posto a Meryem Bekmez (45.37) ed Evin Demir (46:49), per la terza piazza del podio c’è la francese Pauline Stey (47:53). A squadre, le azzurre tornano a casa con un sesto posto.

IL PROGRAMMA (orari italiani)
ore 7: 50 km uomini/donne
ore 8: 10 km under 20 donne
ore 9.30: 10 km under 20 uomini
ore 13.30: 20 km uomini
ore 15.30: 20 km donne

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link