Seleziona una pagina


24 Maggio 2019

Nel fine settimana attesi i due maratoneti nei 21,097 chilometri: il veneto sabato a Jesolo, poi domenica la lombarda a Lugano insieme all’altra azzurra Bertone

 

Un altro fine settimana di gare per gli azzurri Eyob Faniel e Sara Dossena, stavolta nella mezza maratona. Il 26enne delle Fiamme Oro è il protagonista annunciato alla nona edizione della BMW Jesolo Moonlight Half Marathon, che scatterà alle ore 19.30 di sabato 25 maggio. A questo appuntamento si presenta in grande forma: dopo il progresso di oltre un minuto e mezzo sui 21,097 chilometri a Padova in 1h00:53 (quinto italiano di sempre e miglior tempo a livello nazionale degli ultimi diciassette anni), nello scorso weekend a Manchester è riuscito a cogliere il suo primato anche sui 10 km con il secondo posto in 28:24. Il suo obiettivo è quello di abbassare il record del percorso di 1h03:05 fatto segnare nell’ultima edizione dall’eritreo Mogos Shumay, che ritroverà anche quest’anno. Un doppio filo lega il vicentino alla manifestazione. Fino alla scorsa stagione vestiva i colori del Venicemarathon Club e nel 2015 conquistò un sorprendente successo a Jesolo in una gara che rappresentò per lui una sorta di trampolino di lancio. Tra i favoriti il keniano Paul Kariuki Mwangi (PB 1h00:42), che il 12 maggio ha vinto a Bucarest in 1h01:22, con i connazionali Paul Tiongik (Gp Parco Alpi Apuane) e Roncer Konga Kipkorir, rispettivamente primo e secondo nello stesso giorno alla Bibione Half Marathon. Completa il cast il ruandese Noel Hitimana (Atl. Castello), primo a Cernusco sul Naviglio nello scorso weekend, davanti a Tiongik, e alla mezza di Trieste del 5 maggio. Anche in campo femminile torna la vincitrice dello scorso anno, la keniana Lenah Jerotich (Atletica 2005), che ha un record personale di 1h11:23, accompagnata dalla connazionale Mary Wangari Wanjohi (1h11:35 di primato), per una sfida con l’etiope Asmerawork Bekele Wolkeba, seconda a Cernusco.

La 34enne lombarda sarà in azione alla Stralugano, domenica 26 maggio. Per la maratoneta del Laguna Running si tratta di un ritorno: nella città svizzera di confine due anni fa realizzò il primato personale di 1h10:39 che poi riuscì a migliorare nel 2018 a Udine con 1h10:10. In questa stagione, dopo essere diventata la terza italiana alltime nella maratona con 2h24:00 a Nagoya, è scesa di nuovo sotto l’ora e undici minuti nella mezza di Padova in 1h10:56, prima di finire sesta a Manchester (33:15 nei 10 km). Non sarà l’unica azzurra a Lugano, dove rientra in gara Catherine Bertone che alla vigilia dei suoi 47 anni ha corso in 2h31:07 per il settimo posto alla recente maratona di Praga, tre settimane fa. La valdostana dell’Atletica Sandro Calvesi nel 2016, proprio in questa manifestazione sulle strade del Canton Ticino, ha firmato il personale sulla mezza con 1h13:37. Al via anche l’altra atleta italiana entrata in top ten nella capitale ceca: la piemontese Elisa Stefani (Brancaleone Asti), nona con un progresso di quattro minuti abbondanti in 2h33:36, che quest’anno alla Stramilano è cresciuta nei 21,097 km con 1h14:04. Tra le iscritte inoltre Elena Romagnolo (Cus Pro Patria Milano), due volte finalista olimpica su pista, e Sara Brogiato (Aeronautica).

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link