Seleziona una pagina


15 Giugno 2019

La prima giornata della seconda serie nazionale si chiude con le leadership provvisorie dell’Atletica Virtus Cr Lucca e della Pro Sesto

 

Quattro sedi e più di 2000 atleti-gara nel weekend, per la fase conclusiva dei Campionati Italiani di Società Assoluti. Nella prima giornata della Finale Argento, a Imola (Bologna), la classifica maschile vede in testa l’Atletica Virtus Cassa di Risparmio Lucca (97,5 punti) davanti all’Assindustria Sport Padova (86) e all’Atletica Malignani Libertas Udine (80). Tra le donne comanda la Pro Sesto Atletica (85) per appena una lunghezza sul Cus Cagliari (84), terza la Toscana Atletica Empoli Nissan (78,5). L’azzurro Osama Zoghlami (Cus Palermo/Aeronautica) si aggiudica i 3000 siepi in 8:43.62 davanti al keniano Hosea Kimeli Kisorio (Atl. Virtus Cr Lucca, 8:54.40), con il terzo posto di Abdoullah Bamoussa (Atl. Brugnera Friulintagli, 8:59.38). Ancora uno sprint vincente della giovane Vittoria Fontana (N. Atl. Fanfulla Lodigiana), imprendibile sui 100 metri in 11.64 (-0.1) dopo aver fatto tremare il record italiano under 20 nello scorso weekend a Rieti con 11.44. Quinto posto a pari merito in 11.97 per due quattrocentiste azzurre: la 19enne Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata/Fiamme Oro, vento -0.1) e Chiara Bazzoni (Toscana Atl. Empoli Nissan/Esercito, +0.7). Passerella vincente nei 5000 di marcia con 20:31.95 per Massimo Stano (Atl. Aden Exprivia Molfetta/Fiamme Oro), neoprimatista italiano della 20 chilometri. Al femminile 22:55.92 della cinquantista Mariavittoria Becchetti (Cus Cagliari).

Nel triplo esordio stagionale di Andrea Dallavalle (Fiamme Gialle). Il vicecampione europeo juniores, in gara fuori classifica, salta 16,35 (+2.0) mentre il successo va a Jan Luxa (Atl. Virtus Cr Lucca) con 15,17 (+0.5) e nella gara femminile 13,47 (+1.0) della tricolore in sala Francesca Lanciano (Alteratletica Locorotondo) che ritocca ancora il personale outdoor. Per Marzia Caravelli è invece un ritorno in pista dopo la maternità e quasi due anni di assenza. L’ostacolista dell’Aeronautica, in maglia Cus Cagliari, conquista la prima serie dei 100hs in 14.12 (+0.2) ma nella seconda, spinte da un generoso vento alle spalle, sono più rapide Alessia Bylykbashi (Toscana Atl. Empoli Nissan) con 14.07 (+2.3) ed Elena Ricci (Atl. Arcs Cus Perugia, 14.09). Al maschile, tra le barriere, si migliora ancora la promessa Gabriele Crnigoj (Atl. Malignani Libertas Udine) in 14.07 (+1.2).

Giovani in crescita nei lanci. Sulla pedana del martello, nella gara vinta da Francesca Massobrio (Cus Torino) con 60,88, spicca il nuovo progresso della 16enne Rachele Mori (Atl. Livorno) che sfiora i 60 metri portandosi a 59,99 per migliorare il 59,22 di quest’anno ad Ancona, nel match under 20 con la Francia. Ormai è sempre più vicina alla migliore prestazione italiana allieve con l’attrezzo da 4 chilogrammi, che dal 2003 appartiene a Laura Gibilisco con 60,18. Tra gli uomini arriva un altro personale del 18enne Carmelo Musci (Atl. Aden Exprivia Molfetta), 53,01 con il disco senior. La pesista calabrese Monia Cantarella (Atl. Arcs Cus Perugia) si conferma con 15,51 dopo aver superato i 16 metri nello scorso weekend.

Le pagine delle manifestazioni
Finale Oro: Firenze
Finale Argento: Imola (BO)
Finale Bronzo: Orvieto (TR)
Finale B: La Spezia

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
RISULTATI/Results

Condividi con

Seguici su:






Source link