Seleziona una pagina


16 Giugno 2019

A Orvieto vincono Acsi Campidoglio Palatino al maschile e Malignani Libertas Udine al femminile. Gli uomini della Milone Siracusa e le donne della Safatletica Piemonte conquistano il successo a La Spezia.

 

La Finale Bronzo dei Campionati Italiani di Società Assoluti, a Orvieto (Terni), vede sul gradino più alto la squadra maschile dell’Acsi Campidoglio Palatino e il team femminile dell’Atletica Malignani Libertas Udine. Promossi in Argento, insieme ai romani, gli uomini dell’Arca Atletica Aversa Agro Aversano e dell’Atletica Livorno, invece tra le donne si guadagna la promozione anche l’Atletica Gran Sasso Teramo. Nella seconda giornata, il duello sulla pedana del disco si decide all’ultima prova con la tricolore invernale Giada Andreutti (Atl. Malignani Libertas Udine/Aeronautica) che lancia 56,38, primato stagionale a una spanna dal personal best, per superare Stefania Strumillo (Atletica 2005), seconda a 54,98. Doppietta nello sprint di Irene Siragusa (Atletica 2005/Esercito), oggi padrona dei 200 metri in 23.77 (+0.5), e nel mezzofondo per Riccardo Tamassia (Trevisatletica), 1:51.72 negli 800 dopo essersi imposto sui 1500 metri. Il lunghista Andrea Rinaldi (Atl. Livorno) atterra a 7,49 (+1.8), sfiorando il suo primato ottenuto nello scorso weekend alla rassegna tricolore promesse di Rieti, e al femminile 6,05 (+0.8) della junior Sofia Zanotti (Atl. Lugo). Rivincita di Gaia Sabbatini (Atl. Gran Sasso Teramo), leader dei 1500 in 4:37.43 per riscattare il secondo posto negli 800 di ieri. Nel peso botta e risposta al turno conclusivo tra Giovanni Faloci (Atl. Avis Macerata/Fiamme Gialle) che scaglia l’attrezzo a 16,43 e Alessio Mannucci (Atl. Livorno), battuto per un solo centimetro con 16,42. [RISULTATI/Results]

Alla Finale B di La Spezia, chiudono al primo posto gli uomini della Milone Siracusa e le donne della Safatletica Piemonte. Nella serie superiore salgono anche le formazioni maschili di Team Treviso e Safatletica Piemonte, che viene quindi promossa con entrambe le squadre, e quella femminile del Running Club Napoli. Protagonisti soprattutto i lanciatori, nella mattinata che decide le sorti della competizione. L’azzurra Daisy Osakue (Fiamme Gialle) spedisce il disco a 56,97 e coglie il massimo dei punti per la sua società civile di provenienza, la Sisport Torino. Ancora un progresso del 18enne Giorgio Olivieri (Team Atl. Marche), stavolta a 67,59 con il martello senior. Quasi due metri in più rispetto alla sua misura della scorsa stagione, per avvicinarsi alla migliore prestazione italiana juniores di Giovanni Sanguin (69,74 nel 1988) dopo il primato di categoria realizzato a Rieti (79,23 con l’attrezzo da 6 kg). Nel peso Lorenzo Del Gatto (Team Atl. Marche/Carabinieri) con 18,54 ritocca di nuovo il personale all’aperto e in pista c’è la doppietta dell’allievo Matteo Melluzzo (Milone Siracusa), vincente anche nei 200 metri con 22 secondi netti (-0.7). [RISULTATI/Results]

Le pagine delle manifestazioni
Finale Oro: Firenze
Finale Argento: Imola (BO)
Finale Bronzo: Orvieto (TR)
Finale B: La Spezia

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link