Seleziona una pagina


06 Luglio 2019

In DIRETTA STREAMING il trofeo continentale con dodici azzurri. Alle 21.45 la gara A femminile con Dossena e Mattuzzi, alle 22.30 la serie migliore al maschile con Crippa, Meucci e Dini

 

In diretta streaming la Coppa Europa dei 10.000 metri con dodici azzurri impegnati. Alle 21.45 la serie A femminile con Dossena e Mattuzzi, alle 22.30 Crippa, Meucci e Dini nella serie migliore al maschile. LEGGI LA PRESENTAZIONE

IN AGGIORNAMENTO

10000m UOMINI – Serie 2

E’ la notte dei primati personali, così come da titolazione della manfiestazione, e Italo Quazzola – all’esordio in magli azzurra assoluta – non si sottrae al compito di riscrivere il proprio PB. Il suo finale è davvero esaltante: all’attacco dell’ultimo giro il piemontese dall’Atletica Casone Noceto ha un ritardo sul battistrada, l’israeliano Abuhay, di circa 30 metri. L’azzurro però sta producendo già da almeno due tornate una progressione esaltante, che negli utlimi 400 metri infiamma il gran pubblico di Parliament Hill: alla fine, è secondo, ma il divario dall’israeliano si riduce a poco più di due decimi di secondo (28:44.74, contro il 28:44.97 dell’italiano). Quazzola toglie circa quattro secondi al proprio primato, migliorando il 28:48.89 corso quest’anno a Milano. Meno fortunata la corsa di Marco Najibe Salami, ventesimo in 29:50.15. “Peccato non essere riuscito a completare la rimonta – il commento di Italo Quazzola – ma il distacco che avevo accumulato era notevole. Del resto, in corsa avevo preferito un approccio moderato, per non rischiare di pagare troppo nel finale. Credo di aver fatto bene, ed infatti ho finito come speravo“.

10000M DONNE – Serie 2
Giovanna Epis coglie un buon quarto posto, a ritmo di primato personale, fissato per la prima volta in carriera al di sotto dei 33 minuti (32:59.16). Per l’allieva di Giorgio Rondelli, portacolori dei Carabinieri, una gara sempre nel gruppo di testa, alla caccia della luce verde (vera e propria lepre elettronica) impostata sul ritmo dei 33 minuti netti. Dopo un passaggio intorno ai 16:25 a metà corsa, il gruppo delle battistrada comincia a perdere elementi; rimangono in cinque, con la Epis tra loro, insieme alla bielorussa Savina, la belga Lauwaert, la turca Eytemis, la ceca Stewartova. A circa quattro giri dalla conclusione, Savina e Lauwaert si lanciano in un lungo sprint finale, allungando la fila. Epis perde contatto ma non il ritmo, piazzandosi al quinto posto e migliorando di crica 15 secondi il proprio limite (aveva ottenuto 33:14.71 lo scorso anno proprio qui a Londra). Alle sue spalle, la foggiana Maria Chiara Cascavilla (La Fratellanza 1874) demolisce il personal best, correndo in 33:47.00 (aveva ottenuto 34:09.53 quest’anno a Monselice), classificandosi al quattordicesimo posto. Poco più indietro Valeria Roffino (Fiamme Azzurre), diciassettesima in 33:57.85 (anche per lei primato personale, aveva corso quattro stagioni fa a Isernia in 34:09.92). ventiquattresimo posto per Rebecca Lonedo (Atletica Vicentina, 35:50.45). “Sono molto felice per quel che sono riuscita a fare qui – le parole di Giovanna Epis – non venivo da un periodo di grande salute, ma poi in corsa mi sono trasformata. Molto bene sul piano organico, quando hanno cambiato non sono riuscita a cambiare ritmo. Poco male“.

Clicca qui – LA DIRETTA STREAMING DELLA COPPA EUROPA DEI 10.000

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
RISULTATI/Results

Condividi con

Seguici su:






Source link