Seleziona una pagina


12 Luglio 2019

Martedì 16 luglio al Colbachini la regina dell’alto e le iridate Francis (400) e Rojas (triplo). Tanta Italia: Bogliolo e Fofana negli ostacoli, Jacobs e Desalu nello sprint, Fabbri nel peso

 

Stelle mondiali e tanti big azzurri per la 33esima edizione del Meeting Internazionale Città di Padova, in programma martedì 16 luglio allo stadio Colbachini. Il cast dell’evento, svelato oggi, è illuminato da tre star del panorama globale dell’atletica, a partire dalla russa dominatrice del salto in alto Mariya Lasitskene che torna in Veneto dopo la vittoria del 2018 con la misura di 1,95: in questa stagione la campionessa del mondo è salita già a 2,06 a Ostrava, e ogni volta che va in pedana fa tremare il primato di Stefka Kostadinova (2,09). In azione anche l’azzurra finalista olimpica di Rio Desirée Rossit che proverà a decollare, al cospetto dell’ucraina Iryna Gerashchenko e della britannica Morgan Lake. Padova proporrà anche altre due medaglie d’oro mondiali, entrambe al femminile: nei 400 metri è attesa la statunitense Phyllis Francis che sarà sfidata da un terzetto di azzurre dell’Esercito formato da Maria Benedicta Chigbolu, Chiara Bazzoni e Marta Milani, e nel salto triplo è pronta a volare la venezuelana Yulimar Rojas, fresca vincitrice dell’anteprima dell’Herculis di Montecarlo, e capolista stagionale con 15,06, miglior misura al mondo dalla finale olimpica di Rio. In gara anche le azzurre Ottavia Cestonaro (Carabinieri) e Dariya Derkach (Aeronautica) in un contesto planetario che offre pure la novità cubana Liadagmis Povea, l’ucraina Olha Saladukha, la portoghese Patricia Mamona, la spagnola Ana Peleteiro.

QUANTI AZZURRI – Luminosa Bogliolo, Marcell Jacobs, Fausto Desalu, Hassane Fofana, Leonardo Fabbri: la serata di Padova radunerà alcuni dei migliori azzurri del momento. Bogliolo ha appena vissuto una delle notti più belle della propria carriera sportiva con la medaglia d’oro dell’Universiade di Napoli nei 100hs e il primato personale sfiorato con 12.79, a tre centesimi dal record italiano. La ligure delle Fiamme Oro proverà a dare continuità agli ottimi risultati delle ultime tre settimane (quattro volte sotto i tredici secondi) e si misurerà con la bahamense finalista olimpica Pedrya Seymour (12.64 PB), la norvegese Isabelle Pedersen (12.72), la statunitense Tiffani McReynolds (12.77) e l’ucraina Hanna Plotitsyna (12.89). Per Jacobs (Fiamme Oro), nei 100 metri, c’è l’occasione di migliorare il 10.10 di sabato scorso a Trieste e di proseguire nel percorso di crescita come sprinter, magari ritoccando il primato personale di 10.08 dello scorso anno: a stimolarlo, il confronto con il britannico da 9.97 Adam Gemili, oro mondiale con la 4×100 a Londra. La concorrenza arriva anche dal Giappone, con il giamaicano d’origine Aska Cambridge e Shuhei Tada. Desalu (Fiamme Gialle) vuole riscattare la prova sottotono dei 100 di Lignano Sabbiadoro e torna sui “suoi” 200 metri, per dare costanza al 20.26 di La Chaux-de-Fonds contro il trinidegno da 19.97 Kyle Greaux, nella gara che presenta anche l’altro staffettista azzurro Davide Manenti (Aeronautica). Dopo le quattro gare in sei giorni degli European Games di Minsk, tocca di nuovo a Fofana (Fiamme Oro) nei 110hs, a caccia di altri tempi di rilievo dopo il doppio 13.44, prima a Turku e poi in Bielorussia. Il pesista Fabbri (Aeronautica), di rientro dagli Europei U23 di Gavle, sarà chiamato a un nuovo faccia a faccia con Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro), con il tocco internazionale garantito dal russo Maksim Afonin (21,39 di personale indoor). 

GALVAN, RANDAZZO E… – Tutta da seguire anche la gara dei 400 metri al maschile con Matteo Galvan (Fiamme Gialle) opposto a Machel Cedenio, oro mondiale con la 4×400 di Trinidad & Tobago a Londra, già a segno nel meeting di Lignano, e allo spagnolo da 44.73 Oscar Husillos. I lunghisti delle Fiamme Gialle Filippo Randazzo e Kevin Ojiaku troveranno il sudafricano da 8,41 Zarck Visser e lo statunitense Zack Bazile (8,37). Nei 100 metri al femminile fari puntati puntati sulla polacca oro europeo indoor di Glasgow dei 60 Ewa Swoboda, conferma d’oro agli Europei under 23 di Gavle, e in chiave azzurra la campionessa italiana Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group). Alessandro Sinno (Aeronautica) nell’asta per la rivincita dopo i tre nulli dell’Universiade di Napoli, Yusneysi Santiusti (Assindustria Sport Padova) negli 800 con due iridate come la keniana Eunice Sum e la bielorussa Marina Arzamasova. Un momento speciale sarà dedicato al ricordo di David Cittarella, atleta del settore giovanile delle Fiamme Oro, venuto a mancare improvvisamente lo scorso febbraio a nemmeno 17 anni. A lui sarà intitolata la gara under 18 del lancio del giavellotto, specialità di cui era una promessa dell’atletica italiana. A premiare il vincitore saranno proprio i genitori di David. Allo stadio Colbachini una vetrina anche per il mondo paralimpico con numerosi atleti vincitori di medaglie nazionali e internazionali.

TV E STREAMING – Il Meeting Internazionale Città di Padova sarà trasmesso in diretta tv, martedì 16 luglio, su Rai Sport+HD dalle 19.30 alle 21, e a seguire in streaming su atletica.tv.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
ORARIO/Timetable

Condividi con

Seguici su:






Source link