Seleziona una pagina


12 Settembre 2019

L’azzurro torna oltre i venti metri nel peso a Usti nad Labem, in Repubblica Ceca, nel giorno della convocazione per la rassegna iridata

 

Il modo migliore per festeggiare la convocazione ufficiale al suo primo Mondiale. Leonardo Fabbri (Aeronautica) torna oltre i venti metri nel peso in Repubblica Ceca, a Usti nad Labem, con la misura di 20,36 realizzata al terzo lancio. “Era questo l’obiettivo, riuscire a superare di nuovo i 20 nei primi tre turni”, racconta il 22enne fiorentino, già proiettato verso la qualificazione della rassegna iridata in Qatar prevista per giovedì 3 ottobre, quando bisognerà pizzicare la misura nei primi tre colpi. Nella gara che rilancia il neozelandese fenomenale da ragazzino Jacko Gill (21,44) e colloca al secondo posto il ceco Tomas Stanek (20,71) e al terzo il portoghese Tsanko Arnaudov (20,45), l’azzurro argento europeo under 23 si rivede oltre la soglia, anche psicologica, dopo quattro gare di digiuno: l’ultimo +20 era il 20,31 degli Assoluti di Bressanone a fine luglio, pochi giorni dopo aver centrato il primato personale di 20,99 a Vicenza (terzo azzurro di sempre). Il pesista allenato dal Paolo Dal Soglio tornerà in pedana domenica mattina a Rieti nella finale nazionale dei Campionati di Società U23 con la maglia dell’Atletica Firenze Marathon: “Anche lì cercheremo la misura nei primi tre lanci”, annuncia.

naz.orl.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link