Seleziona una pagina


16 Settembre 2019

La vicecampionessa europea under 23 chiude in 58.54 al meeting di Antalya, dopo aver urtato la prima barriera

 

Trasferta all’estero per Linda Olivieri, impegnata nell’ultimo test sui 400 ostacoli prima dei Mondiali di Doha. La 21enne delle Fiamme Oro è scesa in pista questa sera ad Antalya, in Turchia, dove si è piazzata quinta in 58.54. Una gara condizionata dall’urto con la prima barriera, che ha subito rallentato la sua corsa e poi l’ha costretta a rilanciare l’azione per rispettare la ritmica sull’ostacolo successivo. Nel rettilineo finale ha pagato lo sforzo, in riserva di energie, mentre la vittoria nella Gloria Cup Athletics è andata in 55.33 alla danese Sara Slott Petersen, argento olimpico della specialità, nei confronti della svizzera campionessa europea Lea Sprunger, alle sue spalle con 55.58. Davanti all’azzurra anche la russa Vera Rudakova (55.86) e l’olandese Femke Bol (56.97), oro continentale juniores. Star del meeting l’iridato dei 200 metri Ramil Guliyev, beniamino del pubblico di casa, che ha dominato in 20.08.

Quest’anno la piemontese che si allena in Brianza ha conquistato l’argento in 56.22 agli Europei under 23 di Gavle, in Svezia, dopo essersi migliorata fino a 55.97 nel meeting svizzero di La Chaux-de-Fonds, ma è scesa sotto i 57 secondi anche agli Assoluti di Bressanone con 56.50. Nella seconda parte di stagione è riuscita quindi a cogliere il personale sui 200 metri (24.58 una settimana fa a Mariano Comense), mentre quello di oggi era il suo rientro agonistico tra le barriere. Alla rassegna iridata in Qatar, che scatterà il 27 settembre, il primo turno dei 400 ostacoli è in programma martedì 1° ottobre alle 16.30 ora italiana.

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
RISULTATI/Results

Condividi con

Seguici su:






Source link