Seleziona una pagina


29 Settembre 2019

Sulla scena iridata i protagonisti del mezzo giro: Italia con Eseosa Desalu e Antonio Infantino. Stanotte (ore 23 italiane) la 20km di marcia donne

 

IN AGGIORNAMENTO

Dopo la serata dedicata allo sprint puro, comincia il mondiale degli specialisti dei 200 metri. Al via anche gli azzurri Eseosa Desalu e Antonio Infantino. Quattro le finali in programma al Khalifa Stadium (tutte senza italiani): asta donne, triplo uomini, staffetta 4×400 metri mista, 100 metri donne. Alle 22:59 italiane (le 23:59 a Doha) partenza della 20km di marcia donne, con Antonella Palmisano e Valentina Trapletti.

200 metri uomini – batterie
Eseosa Desalu deve attendere che si completi l’intero programma delle batterie per poter finalmente esultare. Il 20.43 (+1.0) con cui chiude la sua fatica, lo colloca al quarto posto, appena fuori dalla promozione diretta (ad imporsi è il canadese Aaron Brown, 20.10). L’azzurro finisce però, con merito, nel ristrettissimo gruppo (tre atleti) ripescati sulla base dei tempi, e guadagna l’accesso al secondo round. In gara, non tutto va come dovrebbe. Il via, malgrado la buona reazione allo sparo (0.136), non è dei migliori; Desalu è costretto a forzare, contraendosi, per recuperare terreno, e nel finale perde il confronto diretto con il giamaicano Dwyer (20.37), a cui va l’ultimo posto a disposizione per l’accesso diretto alla semifinale. La prova di Antonio Infantino non regala particolari emozioni. Impegnato nella terza batteria, l’anglo-siciliano taglia il traguardo in 20.89, per un settimo posto parziale che è già una sentenza.

DIRETTA RAI

START LIST E RISULTATI/ResultsFOTO/Photos – ISCRITTI/EntriesORARIO E AZZURRI IN GARALA SQUADRA ITALIANA/Italian TeamTV E STREAMING – TUTTE LE NOTIZIE/NewsLE PAGINE IAAF SUI MONDIALI

TEAM GUIDE CON SCHEDE DEGLI AZZURRI (PDF)

LE PRESENTAZIONI GARA PER GARA: SPRINT – MEZZOFONDOMARATONA E MARCIAOSTACOLI E MULTIPLE – SALTI– LANCI

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link