Seleziona una pagina


06 Ottobre 2019

Il neoprimatista italiano dei 10000 metri: “Dovevo riscattarmi dai 5000. I migliori sono ancora lontani ma voglio portare l’Europa e l’Italia il più vicino possibile a loro”. Le voci di 4×400 e Bogliolo nell’ultima serata di Doha

 

Le parole degli azzurri in gara nell’ultima giornata dei Mondiali di Doha.

YEMAN CRIPPA – “Sono felicissimo per il record italiano – esulta Yeman Crippa, storico 27:10.76 a Doha nei 10000 metri -. Ho fatto una gara coraggiosa, mi sono messo anche a tirare quando sono rimasto da solo, e sono andato alla ricerca dei primi. Ne ho superati anche alcuni in volata, quindi sono super contento. Sapevo che stavo correndo forte, ho visto i primi passaggi al 3000 in 8:08, poi al 5000 intorno a 13:35, ma quando sono rimasto solo ho rischiato di rallentare. Invece alla campana dell’ultimo giro è uscito 26:10 e sapevo di dover chiudere sotto i sessanta secondi per fare il record italiano. Devo ringraziare tutte le persone che mi hanno portato qui in grande forma. Non entrare nella finale dei 5000 non era previsto, quindi l’attesa per questa gara è stata lunghissima, dal 27 settembre fino a oggi. Il riscatto dovevo prendermelo perché mi ero preparato un anno intero, un anno di lavoro con il mio allenatore Massimo Pegoretti, con i fisioterapisti Lorenzo Pilati e Alessandra Iacobucci, con la Federazione che mi appoggiava. Ringrazio anche le Fiamme Oro. Dovevo farlo anche per tutta la gente che si è permessa di criticare senza scendere in campo e mettersi in gioco. La strada è ancora lunga, perché sono ottavo al mondo ma a cento metri dai primi, e bisogna lavorare tanto per andare a prenderli. Voglio portare l’Europa e l’Italia il più vicino possibile a loro”.

4×400 UOMINI – Italia sesta nella 4×400. Davide Re: “Mi scuso con i miei compagni, oggi non ho corso al top”. Edoardo Scotti: “Non devi scusarti, sei l’uomo del Mondiale”. Le voci del quartetto completato da Vladimir Aceti e Matteo Galvan.

Davide Re: “Sono felice di questa staffetta, il sesto posto è quanto di più roseo potessimo aspettarci come piazzamento. L’ideale sarebbe stato sesti+record italiano. Purtroppo devo chiedere scusa ai compagni, oggi non mi sentivo al top, ho un po’ patito i turni precedenti. Già durante il riscaldamento mi ero accorto che il piede non era reattivo come nei giorni scorsi. Ho voluto dare tutto, più di così non ce la potevo fare”.

Vladimir Aceti: “Con Davide in prima frazione siamo stati attaccati al gruppo e ho avuto qualcuno con cui lottare nella mia frazione. È il mio primo mondiale assoluto, sesto posto va benissimo”.

Matteo Galvan: “Era tanto che cercavo questa finale in staffetta, e non l’avevo neanche mai sfiorata. Essere arrivati sesti è qualcosa di importante. Anch’io mi sentivo stanco e sicuramente non ho ripetuto la prestazione di ieri. Quest’anno mi sono allenato poco, per problemi fisici, e ho gareggiato ancora meno. Quindi oggi va bene così”.

Edoardo Scotti: “Davide non deve scusarsi di nulla, è stato l’uomo di questo Mondiale! Quando Matteo mi ha passato il testimone è stato il momento più facile del Mondiale perché dovevo soltanto restare attaccato al frazionista francese che andava pianissimo. Ho ‘camminato’ nei primi 300 metri, e negli ultimi cento finalmente ho ritrovato il mio finale, che mi mancava da un po’. Mi sono divertito”. 

LUMINOSA BOGLIOLO – “Ho voluto rischiare – le parole di Luminosa Bogliolo, 13.06 nella semifinale dei 100hs, eliminata – sapevo che neanche con il record italiano si poteva entrare in finale. Allora piuttosto che fare una buona gara, ma che non mi dava niente per la finale, sono entrata in pista ‘a tutta’. Però sono arrivata troppo sotto agli ostacoli, il settimo l’ho preso in pieno e non pensavo neanche di arrivare al successivo. Mi dispiace tanto per questo tempo, però ho provato a fare qualcosa di diverso. Il mio piano non ha funzionato. Adesso mi inizio a godere i risultati di questa stagione, nonostante quest’ultima delusione. L’anno scorso mi sembrava impossibile entrare in finale agli Europei, quest’anno invece con un po’ di fortuna sarei entrata in finale ai Mondiali… è stato un bel cambiamento!”.

A cura di Nazareno Orlandi

START LIST E RISULTATI/ResultsFOTO/Photos – ISCRITTI/EntriesORARIO E AZZURRI IN GARALA SQUADRA ITALIANA/Italian TeamTV E STREAMING – TUTTE LE NOTIZIE/NewsLE PAGINE IAAF SUI MONDIALI

TEAM GUIDE CON SCHEDE DEGLI AZZURRI (PDF)

LE PRESENTAZIONI GARA PER GARA: SPRINT – MEZZOFONDOMARATONA E MARCIAOSTACOLI E MULTIPLE – SALTI– LANCI

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link