Seleziona una pagina


19 Febbraio 2019

Mercoledì 20 febbraio la campionessa italiana dei 60 metri nella tappa conclusiva dello IAAF World Indoor Tour. Il tricolore del lungo Ojiaku in pedana a Belgrado

 

Un mercoledì internazionale per gli azzurri Johanelis Herrera e Kevin Ojiaku. Entrambi tornano in gara a pochi giorni dal weekend degli Assoluti indoor di Ancona: c’è una corsia per la campionessa italiana dei 60 metri nell’ultima tappa dello IAAF World Indoor Tour di Dusseldorf, in Germania. Il tricolore del salto in lungo sarà invece in pedana a Belgrado al Serbian Open Indoor Meeting.

Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) ha conquistato il titolo al coperto, dopo quello all’aperto nei 100 metri dello scorso settembre, con il tempo di 7.32, prestazione che le ha permesso di eguagliare il primato personale sulla distanza precedendo in finale Irene Siragusa e la campionessa uscente Anna Bongiorni. In Germania la attende un confronto con molte delle big della velocità, a partire dalla leader delle liste mondiali stagionali, la polacca Ewa Swoboda (7.08), senza dimenticare la vicecampionessa iridata al coperto Marie-Josée Ta Lou (7.15 nel 2019) e l’oro mondiale dei 200 metri Dafne Schippers (7.18 quest’anno). Per la 23enne sprinter allenata da Umberto Pegoraro la batteria è in programma alle 18.33, l’eventuale finale alle 19.28, tutto in diretta streaming sul canale YouTube della IAAF.

In Serbia, dalle 17.10, tocca a Ojiaku (Fiamme Gialle) dopo il 7,87 vincente di Ancona, stessa prestazione di Antonino Trio ma con una migliore seconda misura. Il 29enne piemontese, finalista europeo di salto in lungo, si presenta con il secondo accredito stagionale tra gli iscritti, dopo il 7,91 dello svedese Michel Torneus (PB indoor 8,30) e meglio del 7,84 del croato Ivan Vujevic. Al coperto, il saltatore allenato a Castelporziano (Roma) da Andrea Matarazzo ha un personale di 7,93 che risale al 2017, pochi mesi prima di decollare sopra gli otto metri con l’8,20 di Torino nel mese di maggio.

naz.orl.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

Condividi con

Seguici su:






Source link