Seleziona una pagina


08 Dicembre 2019

A Carugate (Milano) il Comitato Regionale ha celebrato i successi del 2019. Assegnati i premi giornalistici intitolati a Carlo Monti e Alessio Giovannini

 

Storie portate sul palco dai loro protagonisti ma anche raccontate da chi di atletica scrive. Tutto questo (e molto altro) è stata la Festa dell’atletica lombarda 2019 ospitata sabato 7 dicembre a Carugate (Milano) dall’auditorium della BCC Milano, partner del Comitato Regionale FIDAL Lombardia. Il pomeriggio è stato aperto da un gradito arrivo, quello di Eleonora Giorgi e del suo compagno di vita e di Nazionale, l’altro marciatore Matteo Giupponi. “È un piacere vedervi qui e vedere il vostro entusiasmo: ricordo molto bene con quanta tenacia ho anch’io gareggiato per vestire la maglia della selezione regionale prima di indossare quella dell’Italia”, ha detto la primatista europea e bronzo mondiale della 50 km di marcia ai tanti giovani atleti affiancata dal presidente del Comitato Regionale FIDAL Lombardia Gianni Mauri e dal vicepresidente di BCC Milano Giovanni Maggioni. La campionessa azzurra è anche la protagonista di copertina nel primo numero di “Voglia di Atletica”, la rivista FIDAL Lombardia destinata ogni due mesi a raccontare le belle storie dell’atletica regionale, scaricabile nella sezione dedicata del sito www.fidal-lombardia.it e “lanciata” ufficialmente durante la festa.

Mauri, dopo aver letto il saluto del presidente FIDAL Alfio Giomi, ha dedicato il proprio intervento in apertura ad alcuni “grazie” speciali: “Siamo orgogliosi di voi, per i titoli italiani e le maglie azzurre, per i risultati delle nostre società, per l’impegno di tante persone della famiglia atletica lombarda. Il mio ringraziamento va a tutto lo staff del Comitato Regionale, ma anche ai nostri partner BCC Milano e Unet; a Orthesys, azienda che si occupa dell’analisi del movimento e della prevenzione degli infortuni; all’Associazione Silvana Liberti 2013, che con il professor Riccardo Longinari è all’avanguardia nel progetto DNA & Sport Life; al Panathlon Club Malpensa, che da 48 anni organizza il Premio Carlo Speroni; al Comune di Varese, qui presente con l’assessore Dino De Simone, che ha dimostrato di avere a cuore uno sport come l’atletica; alla professoressa Mariella Trapletti, per anni guida dello sport a livello scolastico regionale”. Il presidente FIDAL Lombardia ha anche celebrato il ricordo del grande ostacolista Luigi “Jerry” Bertocchi con un premio a lui dedicato, consegnato all’azzurrino e campione italiano allievi Samuele Maffezzoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). ASSITAL (l’associazione dei tecnici di atletica leggera) e FIDAL Lombardia hanno poi consegnato un premio speciale alla campionessa italiana assoluta di eptathlon Sveva Gerevini (Cremona Sportiva Atl. Arvedi).

PREMIO MONTI – L’atletica lombarda ha celebrato non solo chi ne costituisce l’eccellenza sul campo ma anche chi la racconta: per il terzo anno consecutivo le premiazioni FIDAL Lombardia hanno ospitato l’assegnazione del Premio Giornalistico nazionale “Carlo Monti”, dedicato all’ex velocista azzurro (bronzo olimpico con la 4×100 a Londra 1948) divenuto poi giornalista del Corriere dello Sport e de La Notte e scomparso a 96 anni nel 2016. Tre le sezioni del premio allestito dal Comitato Regionale FIDAL Lombardia, dall’Ordine dei Giornalisti della Lombardia e dall’associazione All Sport e celebrato dal segretario nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Guido D’Ubaldo. Nella sezione “carta stampata” il premio è andato a Giulio Mola, autore per Il Giorno di un ampio articolo a raccontare la storia della mezzofondista della Bracco Najla Aqdeir; per l’ambito “audio-video” celebrato il lavoro di Ida Anna Grazia Barone per News Mediaset sulla storia e le vicende atletiche di Gianmarco Tamberi; nella sezione “web” successo per Walter Brambilla, che nella rubrica “Zona Mista” sul sito di Correre ha raccontato la Cinque Mulini da un singolare e suggestivo punto di vista, quello del… Mulino Meraviglia.

Il Premio “Carlo Monti” quest’anno ha una sezione speciale dedicata ai giornalisti under 40 e intitolata alla memoria di Alessio Giovannini, punto di riferimento dell’ufficio stampa federale mancato lo scorso 16 gennaio a soli 40 anni: vincitrice è stata proclamata Federica Ginesu, che raccontato per Il Sole 24 Ore con equilibrio, sobrietà e sensibilità la storia della campionessa di atletica paralimpica Monica Contrafatto trasformandola in un inno alla vita.

PROGETTO TALENTO – La festa dell’atletica lombarda ha sancito il ritorno in grande stile del Progetto Talento, iniziativa del Comitato Regionale destinata a supportare ben 30 giovani lombardi delle categorie allievi, juniores e promesse maschili e femminili emersi da una speciale classifica a punti che prende in considerazione spessore delle prestazioni tecniche, risultati ai campionati italiani e regionali individuali e presenze in Nazionale. FIDAL Lombardia erogherà 45.000 euro da destinare al binomio atleta-tecnico attraverso borse di studio da 1500 euro l’una: “Questo Progetto Talento – spiega Gianni Mauri, presidente del Comitato Regionale – realizzato grazie al supporto, in parte, di BCC Milano, è un primo segnale: vi sono molti giovani lombardi, con i loro tecnici e le loro società, che meritano un sostegno per l’impegno che ci mettono e i risultati che ottengono. Stiamo lavorando per cercare altre risorse”. Tutti i destinatari delle borse di studio. Allievi: Veronica Besana (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), Martina Casiraghi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), Gabriele Gamba (Atl. Riccardi Milano 1946), Samuele Maffezzoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), Alessia Seramondi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), Mame Diarra Sow (Bergamo Stars). Juniores: Elena Carraro (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), Alain Cavagna (Atl. Valle Brembana), Dario Dester (Cremona Sportiva Atl. Arvedi), Mattia Donola (Pro Sesto Atletica), Vittoria Fontana (N. Atl. Fanfulla Lodigiana), Laura Pellicoro (Bracco Atletica), Federico Piazzalunga (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), Davide Pirolo (Atl. Mariano Comense), Francesco Rossi (Geas), Gabriele Tosti (Bergamo Stars), Enrico Vecchi (Atl. Rodengo Saiano Mico Sport). Promesse: Chituru Ali (Us Albatese), Gabriele Aquaro (Team-A Lombardia), Lidia Barcella (Bracco Atletica), Gaia Colli (Atl. Valle Brembana), Mohamed Reda Chahboun (Atl. Cento Torri Pavia), Elisa Cherubini (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), Agata Gremi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), Chiara Melon (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), Alberto Mondazzi (Atl. Mariano Comense), Alessia Pavese (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), Giacomo Proserpio (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), Chiara Proverbio (Osa Saronno Libertas), Marta Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter).

NUMERI DA CAPOGIRO – Impressionanti come da tradizione i numeri proposti dall’annata per la regione: 94 i titoli tricolori conquistati (8 tra i cadetti, 16 tra gli allievi, 21 tra gli juniores, 27 tra le promesse e 22 nel settore assoluto); 31 gli scudetti vinti, tra cui il trionfo dell’Atletica Brescia 1950 Ispa Group nei Campionati di Società assoluti femminili su pista; addirittura 120 le singole presenze in azzurro, con 25 ragazzi che hanno vissuto per la prima volta la gioia di rappresentare l’Italia in Nazionale e con due gemme come il titolo europeo under 20 dei 100 metri di Vittoria Fontana (N. Atl. Fanfulla Lodigiana) e l’oro mondiale under 20 a squadre nella corsa in montagna di Elisa Pastorelli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), che durante la festa hanno ricordato le emozioni vissute rispettivamente a Boras (Svezia) e Villa La Angostura (Argentina). Nell’attività per selezioni regionali cadetti, la Lombardia ha conquistato i prestigiosi titoli italiani a squadre nella combinata sia nella corsa campestre a Venaria Reale sia in pista a Forlì. È stata premiata anche l’attività regionale con alcuni trofei dedicati soprattutto a strada, cross e corsa in montagna e con la consegna di un riconoscimento alle scuole che hanno centrato il titolo nei campionati studenteschi su pista e nella corsa campestre. Eletti poi i giudici e i tecnici dell’anno: come ufficiali di gara Franco Cavallini (Milano), Francesco Denti (Como/Lecco), Camillo Gambetta (Sondrio), Tiberio Poli (Cremona) e Mario Sarcuno (Varese); gli allenatori del 2019 sono invece Pietro Frittoli, coach dei multiplisti Sveva Gerevini e Dario Dester, e Vittorio Ramaglia, che ha plasmato le gemelle Alexandra, Serena e Virginia Troiani. È stato premiato anche “Lo scatto dell’anno”, il concorso fotografico FIDAL Lombardia vinto in questa sua prima edizione da Tommaso Pasetti.

SOCIETÀ STORICHE – Consegnati riconoscimenti speciali per alcuni club che hanno tagliato o taglieranno nel 2020 traguardi speciali: 70 anni per Atletica Brescia 1950 Ispa Group, Atletica Vigevano e Daini Carate Brianza; 50 anni per Atletica Villanuova ’70, Atletica La Torre, Polisportiva Spinese, Polisportiva Mandello, Atletica Rovellasca e Vis Nova Giussano.

Cesare Rizzi (FIDAL Lombardia)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
Il sito FIDAL Lombardia
Elenco dei premiati

I vincitori dei premi giornalistici intitolati a Carlo Monti e Alessio Giovannini (foto Grassi/FIDAL Lombardia)

Condividi con

Seguici su:






Source link